Spettri - Akroama

“Spettri” va in scena in Portogallo

Determinati e pronti al confronto internazionale. Mercoledì 23 e giovedì 24 settembre la compagnia Akròama va in scena con “Spettri” di Henrik Ibsen in uno delle culle dell’arte teatrale più prestigiose d’Europa: il Teatro Circo di Braga.

spettri

Lo spettacolo nasce dalla coproduzione con la compagnia portoghese Companhia de Teatro de Braga (CTB) con la direzione del regista Rui Madeira. In breve, si consolida la preziosa contaminazione tra gli attori cagliaritani e quelli portoghesi. La compagnia del Teatro delle Saline con la direzione artistica di Lelio Lecis conferma e rafforza le collaborazioni con partner stranieri di pregio. Per Akròama uno step proficuo e di alta visibilità, specie nel corso della drammatica e dolorosa pandemia che scuote il pianeta.

advertisement

spettri

“Spettri: la trama

“Una casa di uomini assenti. Una casa di donne. Per ragioni di vita e che vite! Quello che si vede non è mai la realtà. Il pubblico e il privato. La casa – scrive Rui Madeira – come spazio di confine per sostenere la strada. La persona e la società. L’esercizio del vivere. Nella vita non sapremo mai chi siamo e di cosa siamo capaci. Gli altri ci obbligano alla definizione.

Rivelazioni di antichi ricordi e segreti esplodono nella mente dei viventi. Una sensazione di “fine dei tempi” come nella tragedia greca, in cui l’eutanasia, la condizione coniugale, la moralità, l’etica, lo status della donna e dell’uomo sono piccoli flutes, sorseggiati ansiosamente e direttamente dal fegato. Un tappeto steso da Ibsen, in un’atmosfera bianca, per lasciare il posto alle realtà più vere e profonde dell’anima. Spettri? Spiriti!”.

spettri

Il cast

Lo spettacolo “Spettri” di Henrik Ibsen ha regia, allestimento e drammaturgia di Rui Madeira. Gli interpreti, Tiziana Martucci, Simeone Latini, Stefano Cancellu, Ana Renata Naves de Souza Cruz e Giuseppe Boy. Scenografia di Alberto Péssimo e Jorge Gonçalves. Costumi di Manuela Bronze. Responsabile tecnico Lele Dentoni; tecnici Lorenzo Perra e Nicola Pisano.

spettri