lions dona ventilatori

Prosegue l’impegno dei Lions contro COVID-19

Si è concluso all’Ospedale di Codogno – luogo simbolo della lotta contro il Covid – alla presenza dell’Assessore alla sanità della Regione Lombardia, Giulio Gallera, il più recente progetto dei Lions italiani a sostegno di cittadini e istituzioni durante l’epidemia.

Giulio Gallera e Lions
Giulio Gallera

È stata infatti consegnata alla struttura una postazione completa per la terapia subintensiva facente parte di un totale di quaranta, i respiratori polmonari consegnati ad altrettante strutture sanitarie in tutte le regioni italiane, e cinque letti completi per riabilitazione sub-intensiva (tre al Nord ed uno ciascuno nel Centro e nel Sud).

lions

315.000 euro in tutto, ma solo un tassello rispetto agli oltre 6.100.000 euro fin qui erogati dai Lions italiani in azioni di servizio umanitario per aiutare cittadini e istituzioni ad affrontare questi mesi difficilissimi.

I numeri

Circa 200 gli ospedali italiani ai quali i Lions italiani hanno offerto il proprio supporto con la donazione di apparecchiature e dispositivi di protezione. Innumerevoli – tra piccoli e grandi – gli interventi di spesa solidale realizzati dagli oltre 1.300 club italiani per un valore complessivo di oltre 1.1 milioni di euro.

“In questi giorni – racconta Luigi Tarricone, presidente nazionale dell’associazione fino allo scorso 30 giugno – per consegnare i 40 respiratori, abbiamo incontrato decine di medici e operatori sanitari: abbiamo potuto così nuovamente testimoniare loro la nostra gratitudine per quanto di eroico hanno fatto in questi mesi”.

Circa 1.6 milioni (26%) hanno riguardato la distribuzione di dispositivi di protezione individuale a ospedali, ASL, RSA, organizzazioni di volontariato o direttamente alla cittadinanza.

Quasi 3.4 milioni (55%) sono stati invece dedicati all’acquisto di apparecchiature medicali per le strutture sanitarie. Apparecchiature che, terminata l’emergenza, resteranno in dotazione alle unità di cura accrescendone la capacità d’intervento anche in funzione di possibili recrudescenze autunnali del virus. Ecografi, monitor multiparametrici, analizzatori per tamponi e, ovviamente, ventilatori polmonari tra i quali i 40 appena menzionati che hanno la particolarità di essere stati acquistati grazie a fondi messi a disposizione dalla Lions Clubs International Foundation (LCIF), la fondazione internazionale dei Lions attiva nel supporto finanziario a progetti umanitari in tutto il mondo.

“Dopo i 2.7 milioni di dollari messi a disposizione del nostro Paese in occasione del terremoto che nel 2016 colpì l’Italia Centrale – sottolinea Carlo Sironi da pochi giorni nuovo presidente dei Lions italiani – ecco ancora una testimonianza di solidarietà verso l’Italia da parte dei Lions di tutto il mondo”.

Infine oltre 1,1 milioni di euro (19%) sono stati impegnati in azioni di sostegno alle famiglie e ai cittadini in difficoltà, in primis attraverso la distribuzione di generi alimentari attivando partnership nei singoli territori con Banco Alimentare, Croce Rossa e Protezione Civile tra gli altri.

È proprio su quest’ultimo tipo di progetti che si va sempre più concentrando l’azione dei Lions italiani vicini, per loro tradizionale missione, ai bisogni delle proprie comunità.

Chi sono i Lions?

Lions Clubs International – nata nel 1917 – è la più grande organizzazione internazionale di club di servizio con 1 milione 420 mila soci distribuiti in oltre 48 mila club in tutto il mondo. In Italia è presente con oltre 1.300 club e 40.000 soci.

Impegnati fin dalle origini nella difesa della vista, in Italia i Lions dispongono di uno dei maggiori centri per l’addestramento di cani guida a livello europeo e operano attraverso numerosi progetti su scala nazionale tra i quali Sight for Kids, che ha già generato oltre 100.000 screening pediatrici per l’ambliopia.

I nostri progetti per le comunità sono spesso focalizzati sui giovani e le scuole tramite programmi formativi quali il Concorso Un Poster per la Pace, i Campi e Scambi Giovanili e programmi di formazione quali Progetto Martina (prevenzione dei tumori giovanili) e “Interconnettiamoci… ma con la testa” per la prevenzione del cyberbullismo.

Lions Clubs International Foundation, la fondazione internazionale dei Lions, ha fin qui erogato oltre 1 miliardo di dollari di contributi per finanziare progetti umanitari locali e globali.