Proroga cartelle, verso il rinvio al 15 ottobre 2020: Proroga cartelle, verso il rinvio al 15 ottobre 2020

Proroga cartelle esattoriali
Proroga cartelle fino al 15 ottobre 2020: con il decreto agosto il Governo punta a sospendere la riscossione, almeno fino alla fine dello stato di emergenza.

Arrivano ormai quotidianamente anticipazioni sulle novità fiscali che rientreranno nel decreto economico di agosto. La proroga delle cartelle esattoriali è una delle misure più attese e, stando a quanto anticipato dal Sole24Ore, il rinvio potrebbe essere collegato alla durata dello stato di emergenza.

Se inizialmente si parlava di una proroga della riscossione da parte dell’AdER almeno fino a novembre, il nuovo termine ipotizzato è ora quello del 15 ottobre 2020.

Resterebbero congelati per un mese e mezzo in più i 6,7 milioni di atti che, stando alle disposizioni vigenti, verrebbero trasmessi dall’Agenzia delle Entrate Riscossione a partire dal 1° settembre.

Tra le novità fiscali è poi la rateizzazione lunga di IVA, ritenute Irpef e contributi INPS, in scadenza il 16 settembre 2020.

Oltre al fisco, una buona parte dei 25 miliardi a copertura del decreto di agosto saranno utilizzati per una nuova proroga della cassa integrazione, con la parallela introduzione di bonus contributivi per i datori di lavoro che vi rinunciano e di un incentivo per le nuove assunzioni, senza limiti di età.

Proroga cartelle, ipotesi rinvio riscossione fino al 15 ottobre 2020: le novità fiscali del decreto agosto

Per le cartelle esattoriali sospese si va quindi verso un nuovo rinvio: il termine per la ripresa dei versamenti relativi ai carichi affidati all’Agenzia delle Entrate Riscossione potrebbe slittare di due mesi, passando da settembre al 15 ottobre 2020.

Anna Maria D’Andrea

Fonte: www.informazionefiscale.it