Pagamento pensioni settembre 2020, accredito INPS in anticipo anche questo mese

Pagamento pensioni settembre 2020
Poste Italiane.
Pagamento pensioni settembre 2020, accredito INPS in anticipo anche questo mese

Pagamento pensioni settembre 2020 in anticipo: l’accredito INPS arriva in tempi più brevi anche questo mese. Ormai da aprile assegni pensionistici e indennità di accompagnamento vengono erogate prima del previsto per arginare il rischio di contagio e rispettare le misure di contrasto al coronavirus.

Il calendario per ritirare le somme a cui si ha diritto presso Poste Italiane parte dal 26 agosto ed è differenziato in base all’ordine alfabetico per non affollare gli uffici territoriali.

La notizia è stata diffusa dall’INPS con il messaggio numero 3127 del 21 agosto 2020.

INPS – Messaggio numero 3127 del 21 agosto 2020
Anticipo dei termini di pagamento dei trattamenti pensionistici, degli assegni, delle pensioni e delle indennità di accompagnamento erogate agli invalidi civili di cui all’articolo 1, comma 302, della legge n. 190/2014, relativi alla mensilità di settembre.

Pagamento pensioni settembre 2020, accredito INPS in anticipo anche questo mese

A disporre il pagamento delle pensioni di settembre 2020 in anticipo è una nuova Ordinanza della Protezione Civile, la numero 698 del 18 agosto 2020.

Nel testo si legge:

“Allo scopo di consentire, a Poste Italiane S.p.A. la gestione dell’accesso ai propri sportelli, dei titolari del diritto alla riscossione delle predette prestazioni, in modalità compatibili con le disposizioni in vigore adottate allo scopo di contenere e gestire l’emergenza epidemiologica da COVID-19, salvaguardando i diritti dei titolari delle prestazioni medesime, il pagamento dei trattamenti pensionistici, degli assegni, delle pensioni e delle indennità di accompagnamento erogate agli invalidi civili, di cui all’articolo 1, comma 302, della legge 23 dicembre 2014, n. 190 e successive integrazioni e modificazioni:

 

  • di competenza del mese di settembre 2020 è anticipato dal 26 agosto al 1° settembre;
  • di competenza del mese di ottobre 2020 è anticipato dal 25 settembre al 1° ottobre”.

Anche per ottobre, dunque, il pagamento delle pensioni arriverà in anticipo. L’emergenza coronavirus non si arresta e anche sui tempi di erogazione delle somme dovute continuano ad applicarsi eccezioni alla regola.

In ogni caso è necessario specificare che, come per i mesi scorsi, la tabella di marcia anticipata riguarda solo coloro che riscuotono le somme con qualunque modalità presso Poste Italiane.

Per tutti gli altri l’accredito viene effettuato nel primo giorno bancabile del mese, martedì 1° settembre 2020.

Pagamento pensioni settembre 2020, accredito INPS in anticipo: il calendario di Poste Italiane

Come si legge nella comunicazione INPS diffusa il 21 agosto 2020, la rata di settembre delle pensioni, degli assegni, delle pensioni e delle indennità di accompagnamento erogate agli invalidi civili viene pagata presso gli uffici postali secondo l’ordine alfabetico che segue.

Giorno di accredito INPS delle pensioni di settembre 2020Ordine alfabetico del cognome
Mercoledì 26 agostoA-B
Giovedì 27 agostoC-D
Venerdì 28 agostoE-K
Sabato 29 agosto (mattina)L-O
Lunedì 31 agostoP-R
Martedì 1° settembreS-Z

Per tutta la durata dell’emergenza coronavirus, che attualmente dovrebbe concludersi il 15 ottobre, i pensionati con più di 75 anni possono richiedere la consegna a domicilio delle somme a cui hanno diritto grazia a una convenzione stipulata da Arma dei Carabinieri e Poste Italiane.

Anche per le pensioni di settembre 2020, i cittadini over 75 possono beneficiarne.

Sono i Carabinieri a ritirare gli assegni presso gli uffici postali e a consegnarli direttamente a domicilio ai pensionati.

Il servizio può essere richiesto direttamente a Poste Italiane, che fornisce tutte le informazioni sul tema al numero verde 800 55 66 70, rilasciando una delega scritta.

È escluso da questa possibilità chi ha già delegato altri soggetti alla riscossione, chi ha un Libretto o un conto postale o chi vive insieme o vicino ad altri familiari.

Rosy D’Elia

Fonte: www.informazionefiscale.it