Vigilia di Cagliari-Atalanta, match che si terrà domani alle ore 19:30 presso la Sardegna Arena. Un match complicato viste le tante assenza e la caratura della squadra di Gasperini, ma i rossoblù arrivano alla sfida con una striscia positiva di risultati e tanta motivazione.

Il Cagliari, dunque, affronta una delle big della Serie A, l’Atalanta, che è passata dall’essere la squadra rivelazione del campionato ad una vera e propria certezza. D’altro canto, però, i rossoblù all’andata vinsero in trasferta contro la Dea.

“L’Atalanta è una big. La sua grande forza sta nella mentalità: una volta centrato un traguardo, ne mette nel mirino un altro. Non ha mai cambiato la propria filosofia, nemmeno dopo l’inizio negativo del girone di Champions. Ecco, noi dobbiamo seguire questa strada: non dobbiamo pensare all’emergenza o al sistema di gioco: abbiamo la nostra filosofia che dobbiamo sempre seguire, altrimenti si rischia di creare confusione”.

Walter Zenga in queste prime partite dalla ripresa del campionato ha più volte ridisegnato la sua formazione, complici i tanti infortuni e le partenze (vedi Olsen e Cacciatore). Nonostante questo sono sempre arrivati i punti.

“Sono orgoglioso dei miei ragazzi e ho fiducia in loro. Potrei citare diversi episodi della gara di Bologna, giocatori che si sono sacrificati in ruoli inediti o hanno dato la loro disponibilità a giocare malgrado non stessero bene fisicamente.”

In questo nuovo Cagliari targato Zenga una delle caratteristiche fondamentali è l’utilizzo dei giovani: più spazio a Walukiewicz, ma soprattutto l’utilizzo di Carboni.

“In tempi non sospetti ho detto che Carboni mi piaceva per applicazione e personalità, chiaro che va dato un occhio di riguardo al settore giovanile: se hai dei ragazzi bravi, devono giocare. Carboni ha trovato spazio anche per le indisponibilità di alcuni difensori ma si è fatto trovare pronto e io nelle mie scelte non mi faccio condizionare dall’età del giocatore”.

Alla Sardegna Arena, dunque, non vedremo un Cagliari impaurito, bensì un Cagliari agguerrito che vuole ottenere il massimo.

“Vogliamo fare la nostra partita, sappiamo quello che dobbiamo fare. Siamo ottimisti, sereni. Nei momenti di difficoltà dobbiamo fare ricorso al senso di appartenenza, pensiamo positivo. Sfruttiamo ogni caratteristica degli elementi della rosa”, ha concluso Zenga