Riapre il sipario a Macomer

Riapre il sipario a Macomer
Riapre il sipario a Macomer
Riapre il sipario a Macomer, con la stagione 2019-2020. Sei i titoli in cartellone da luglio a settembre nell’arena all’aperto delle ex Caserme Mura di Macomer.

In breve:
venerdì 24 luglio – ore 21.30: Francis Kuipers in concerto
sabato 1 agosto – ore 21.30:  Maratona di New York di Edoardo Erba – con Fiona May e Luisa Cattaneo – regia di Andrea Bruno Savelli
sabato 8 agosto – ore 21.30: Balletto di Siena: Grande Suite de Ballet – coreografie Marco Batti

sabato 22 agosto – ore 21.30: Piove Governo Ladro – di e con Senio Giovanni Barbaro Dattena e con Mariano Cirina

sabato 5 settembre – ore 21.30: Barbablù di Costanza DiQuattro – con Mario Incudine – regia di Moni Ovadia

venerdì 11 settembre – ore 21.30: La pianista perfetta di Giuseppe Manfridi – con Guenda Goria e con Lorenzo Manfridi – regia di Maurizio Scaparro

Circuito multidisciplinare dello spettacolo in Sardegna.

Si riapre il sipario sulla Stagione di Prosa, Musica & Danza 2019-2020 organizzata dal CeDAC/ Circuito Multidisciplinare dello Spettacolo in Sardegna nella nuova arena all’aperto delle ex Caserme Mura di Macomer con il patrocinio e il sostegno del Comune di Macomer: tutti gli spettacoli e i concerti “sospesi” sono stati riprogrammati in collaborazione con artisti e compagnie e verranno proposti in versione en plein air, nel rispetto delle nuove norme e delle distanze di sicurezza.

Sei i titoli in cartellone tra luglio e settembre

Sei i titoli in cartellone tra luglio e settembre – dall’atteso concerto di Francis Kuipers (venerdì 24 luglio alle 21.30) all’intrigante “Maratona di New York” con Fiona May e Luisa Cattaneo (il 1 agosto), poi la danza con la “Grande Suite de Ballet” del Balletto di Siena (8 agosto), il beckettiano “Piove Governo Ladro” di e con Senio Giovanni Barbaro Dattena in scena con Mariano Cirina (22 agosto), la favola nera di “Barbablù” riscritta da Costanza DiQuattro e interpretata da Mario Incudine con la regia di Moni Ovadia (5 settembre) infine “La pianista perfetta” con Guenda Goria (12 settembre) nel segno di Clara Schumann.

Le dichiarazioni della direttrice artistica del CeDAC

«Siamo contenti di ripartire con la Stagione di Prosa, Musica & Danza 2019-2020 a Macomer e mantenere l’impegno con il pubblico garantendo l’alta qualità delle proposte, che spaziano dalla nuova drammaturgia alla danza classica e contemporanea, dal jazz al folk, al blues, alla musica classica, con progetti interessanti e originali, pensati per gli appassionati ma anche per attrarre e incuriosire le giovani generazioni» – sottolinea Valeria Ciabattoni, direttrice artistica del CeDAC -.

Artisti e spettatori in sicurezza.

«In cartellone artisti come Fiona May, l’ex campionessa di salto in lungo approdata al cinema e ora al teatro, in scena con Luisa Cattaneo, il cantautore e attore siciliano Mario Incudine per un’inedita versione della storia di “Barbablù” e l’attrice e pianista Guenda Goria che interpreta Clara Schumann. E ancora Senio Giovanni Barbaro Dattena con un testo inedito che debutta nella Stagione, il chitarrista e compositore Francis Kuipers e non poteva mancare la danza con la “Grande Suite de Ballet” – un’antologia dei più famosi assoli e pas de deux. Fondamentale è stato il supporto del Comune di Macomer e in particolare l’impegno dell’Assessorato alla Cultura per favorire la “ripartenza” e individuare lo spazio più idoneo per accogliere artisti e spettatori in sicurezza».

Le dichiarazioni dell’assessora Atzori.

Riapre quindi il sipario a Macomer. «Sono molto felice di questa “ripartenza” e ancor più felice che il nostro sia uno dei primi palcoscenici isolani ad ospitare un grandissimo chitarrista come Francis Kuipers» – dichiara l’assessora alla Cultura e Spettacolo Tiziana Atzori -.

«Il Comune di Macomer ha deciso di dare un segno di ripartenza e di farlo certamente con il teatro, l’arte e la musica ma soprattutto con le relazione tra le persone. Questo è un momento molto particolare, soprattutto per questo settore che è stato drasticamente disattenzionato da parte di molti. E’ fondamentale appunto riannodare quel contatto con il pubblico che non possiamo perdere, pur sempre rispettando le restrizioni del post-covid. Noi per questo abbiamo optato – sempre all’interno delle ex Caserme Mura, la struttura che accoglie la stagione teatrale –  per lo spazio esterno, un ampio spazio che ci permette di lavorare al meglio sia per quanto riguarda gli attori che per il contingentamento degli ingressi, l’igienizzazione e soprattutto il rispetto delle distanze per la tutela della salute del pubblico. Da parte nostra confermiamo la collaborazione che ci unisce da oltre trent’anni al Circuito, quindi non vediamo l’ora di ripartire e la cultura ci può certamente aiutare».

 

venerdì 24 luglio – ore 21.30: Francis Kuipers in concerto

Riflettori dunque puntati – venerdì 24 luglio alle 21.30 – su Francis Kuipers, eclettico chitarrista e compositore britannico, autore di colonne sonore per il cinema, già direttore del Dipartimento di Musica e Suono di Fabrica, famoso per il sodalizio con il poeta Gregory Corso accanto alle collaborazioni con artisti come Antonello Salis, Massimo Urbani, Luis Agudo, Enrico Micheletti, Joe Garceau, Janet Smith e Champion Jack Dupree. Straordinario interprete dello strumento a sei corde, Francis “Superguitar” Kuipers, che ha eletto l’Italia a sua seconda patria, ritorna nell’Isola – sotto le insegne del Jazz Club Network firmato CeDAC –  per regalare nuove emozioni in musica con la sua cifra che spazia tra rock e blues, con variazioni in jazz e testi spesso ironici e surreali.

 

sabato 1 agosto – ore 21.30:  Maratona di New York di Edoardo Erba – con Fiona May e Luisa Cattaneo – regia di Andrea Bruno Savelli

Una corsa per la vita con “Maratona di New York” di Edoardo Erba – in cartellone sabato 1 agosto alle 21.30 – in un’inedita versione al femminile con l’ex campionessa mondiale di salto in lungo Fiona May, al suo debutto in teatro, in scena con Luisa Cattaneo per la regia di Andrea Bruno Savelli. La fortunata pièce rappresenta un’ardua sfida sul piano fisico oltre che interpretativo, per la necessità di coniugare il ritmo dei passi e dei pensieri nel serrato dialogo da cui affiorano i ricordi lieti e dolorosi di una lunga amicizia. Due donne in gara con se stesse e con il mondo, con due temperamenti diversi, una forte e determinata l’altra più fragile e insicura, ma unite dall’affetto e dalla solidarietà oltre che dalla passione per lo sport.

 

sabato 8 agosto – ore 21.30: Balletto di Siena: Grande Suite de Ballet – coreografie Marco Batti

Il fascino di classici racconti sulle punte s’intreccia al linguaggio della danza contemporanea nella  “Grande Suite de Ballet”  del Balletto di Sienasabato 8 agosto alle 21.30 – per un’intrigante serata sotto le stelle. Un’antologia delle scene più famose di capolavori come “Il Corsaro”, “Lo Schiaccianoci”, “Esmeralda”, “Diana e Atteone”, “Fiamme di Parigi” e “Don Quixote” lascia il posto ad assoli e pas de deux tratti dalle creazioni del coreografo Marco Batti. In scena i danzatori del Balletto di Siena – la compagnia fondata e diretta da Marco Batti, una giovane e dinamica realtà artistica che si è imposta sulla scena nazionale e non solo con una cifra in cui si fondono  “accuratezza tecnica e uno stile di movimento carico di eleganza e passione”.

 

sabato 22 agosto – ore 21.30: Piove Governo Ladro – di e con Senio Giovanni Barbaro Dattena e con Mariano Cirina

“Piove Governo Ladro” scritto, diretto e interpretato da Senio Giovanni Barbaro Dattena, in scena con Mariano Cirinasabato 22 agosto alle 21.30 – prende spunto dagli antichi proverbi, sintesi folgoranti e simboli di una saggezza popolare, per reinterpretarli in chiave surreale tra giochi di parole e riflessioni sull’esistenza. Una pièce ricca di ironia dal sapore quasi beckettiano in cui due barboni dal misterioso passato si perdono in raffinate dissertazioni e acute indagini filosofiche sul significato letterale e metaforico delle parole, con effetti di irresistibile comicità. Uno spettacolo divertente e a tratti dissacrante dove i due clochards – come moderni clowns – rivelano nella loro lucida follia il senso della vita.

 

sabato 5 settembre – ore 21.30: Barbablù di Costanza DiQuattro – con Mario Incudine – regia di Moni Ovadia

Viaggio nella mente di un assassino – sabato 5 settembre alle 21.30 – con “Barbablù” di Costanza DiQuattro, originale riscrittura della celebre favola interpretata dal cantastorie siciliano Mario Incudine con la regia di Moni Ovadia, dove il protagonista si confessa in un lucido delirio, un flusso di coscienza in cui narra i traumi dell’infanzia e il suo dramma di amante deluso. Un monologo sorprendente in cui riaffiorano antiche ferite e l’insoddisfazione di uno spirito inquieto e tormentato: il serial killer ante litteram ricorda le sue vittime, «le sette vite distrutte fino all’ultima, l’unica per la quale valeva la pena fermarsi» mentre fantasia e realtà si mescolano, tra antiche e moderne cronache a tinte noir.

 

venerdì 11 settembre – ore 21.30: La pianista perfetta di Giuseppe Manfridi – con Guenda Goria e con Lorenzo Manfridi – regia di Maurizio Scaparro

S’ispira a Clara Schumann “La pianista perfetta” di Giuseppe Manfridi, con Guenda Goria e Lorenzo Manfridi per la regia di Maurizio Scaparrovenerdì 11 settembre alle 21.30: un ruolo su misura per la poliedrica attrice e musicista, che incarna l’artista di fama internazionale, raffinata interprete dello strumento a tastiera e brillante compositrice, ma anche madre e moglie innamorata. Figura di spicco del Romanticismo, Clara (si) racconta nel pomeriggio prima di un concerto importante, quando tutto sembra andare per il verso sbagliato e giunge la notizia dell’internamento del marito Robert, ma rimane l’amore per la musica: “La mia immaginazione non può figurarsi una felicità più bella di continuare a vivere per l’arte.”

 

Gli organizzatori

Riapre il sipario a Macomer. La Stagione di Prosa, Musica & Danza 2019-2020 alle ex Caserme Mura di Macomer è organizzata dal CeDAC/ Circuito Multidisciplinare dello Spettacolo in Sardegna con il patrocinio e il sostegno del MiBACT / Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo, dell’Assessorato della Pubblica Istruzione, Beni Culturali, Informazione, Spettacolo e Sport della Regione Autonoma della Sardegna e dell’Assessorato alla Cultura e Spettacolo del Comune di Macomer con il prezioso contributo della Fondazione di Sardegna e il supporto di Sardinia Ferries che ospita sulle sue navi artisti e compagnie in viaggio per e dalla Sardegna.

Riapre il sipario a Macomer
Riapre il sipario a Macomer

INFO & PREZZI: biglietti: posto unico 15 euro
Info e contatti: cell. 347.8777538 – www.cedacsardegna.it

Segui su sardegnareporter.it