Piemonte: si riapre al pubblico il Castello di Moncalieri

In Piemonte, da venerdì 3 luglio, si riaprono al pubblico gli appartamenti Reali del Castello di Moncalieri, chiusi da diverso tempo

La riapertura del Castello di Moncalieri è il risultato dell’accordo di valorizzazione sottoscritto nelle scorse settimane dall’Arma dei Carabinieri, attraverso il Colonnello Stefano Fernando Russo, Comandante del 1° Reggimento Carabinieri “Piemonte”, da Enrica Pagella, Direttrice Regionale Musei del Piemonte, da Guido Curto, Direttore del Consorzio delle Residenze Reali Sabaude, e da Paolo Montagna, Sindaco di Moncalieri.

La gestione dell’apertura e delle visite guidate è stata affidata al Consorzio delle Residenze Reali Sabaude. Il Comune di Moncalieri si è impegnato, invece, a contribuire alle spese affrontate dal Consorzio e ad assumere i costi per i servizi di sicurezza prestati dal 1° Reggimento Carabinieri “Piemonte”.

La Direzione regionale Musei collabora all’apertura, promuove progetti di studio, di conservazione e di valorizzazione e sostiene i costi per la manutenzione ordinaria e straordinaria della struttura. I costi dei biglietti sono : intero 7 euro, ridotto 5 e ingresso gratuito per minori di 6 anni, cittadini portatori di disabilità e accompagnatore. Le visite possono essere effettuate dal venerdì alla domenica e nei giorni festivi, in orario 10-18, tramite prenotazione obbligatoria, in modo da scandire ingressi contingentati, in gruppi al massimo di otto persone.

La prenotazione è obbligatoria online, sul sito www.lavenaria.it

Christian Flammia