distruzione residutai bellici a sa perda morta

Distruzione di residuati bellici a Sa Perda Morta

A seguito del rinvenimento occasionale di alcuni residuati bellici, avvenuto presso il comune di Sant’Anna Arresi, mercoledì 29 luglio, un nucleo di artificieri del 5° Reggimento Guastatori farà brillare il materiale esplosivo presso la cava Sa Perda Morta nel comune di Piscinas. I militari saranno scortati dai Carabinieri della stazione di Giba (CA), che garantiranno anche la cornice di sicurezza per l’intera durata delle operazioni, con al seguito un assetto sanitario fornito dalla Croce Rossa.

L’individuazione del luogo è avvenuto grazie a un accordo tra le due amministrazioni comunali, poiché il comune di Sant’Anna Arresi non aveva un’area disponibile e idonea a effettuare le operazioni di distruzione.

distruzione residutai bellici a sa perda morta

advertisement

Leandro Pergolese sull’operazione

La Polar srl, titolare della concessione mineraria di Santa Bra, di concerto con l’amministrazione comunale di Piscinas, ha pertanto messo a disposizione l’area dove gli artificieri effettueranno le operazioni. L’Amministratore Unico della società, Leandro Pergolese, ha espresso piena soddisfazione:

“Per aver messo a disposizione il sito minerario di Sa Perda Morta per un’operazione di rilevanza regionale nell’interesse della collettività. Le miniere sono ancora una risorsa importante per la Sardegna”.

La distruzione degli ordigni sarà effettuata in un’unica soluzione mediante brillamento e le operazioni dureranno circa un’ora. Al termine, l’area sarà sgomberata dai rottami ferrosi. La quantità complessiva che parteciperà alla detonazione in massa è di circa 2 chilogrammi (comprendente carica di demolizione ed esplosivo da lancio contenuto nei manufatti).