Se il Cagliari ieri è uscito all’Olimpico cono “soli” due gol subiti è merito di Alessio Cragno, di sicuro il migliore in campo dei suoi. La sua grande prestazione è rappresentata dalle nove grandi parate nel corso del match.

Se qualcuno avesse avuto dubbi sulle condizioni fisiche di Alessio Cragno dopo l’infortunio alla spalla, ora non ci sarà più nessuna incertezza. La felicità traspare anche dalle parole dello stesso portiere rossoblù nel post gara.

“Per quanto riguarda la prestazione personale sono felice, posso ritenermi soddisfatto, ma è chiaro che senza punti la gioia venga affievolita e ci sia rammarico da parte di tutti.”

Tante parate ha dovuto fare Cragno nel corso del match, ma per lui la più difficile è stata solo una.

“La parata più difficile? Penso quella su Immobile perché non ho visto partire la palla”

Alessio Cragno è sempre al centro del mercato, ma il portiere racconta la sua esperienza a Cagliari.

“Io penso a lavorare al meglio per farmi trovare pronto e aiutare la squadra, sono contento di avere ritrovato il campo e la migliore condizione, sono a Cagliari ormai da sei anni, ho fatto le mie esperienze in giro per l’Italia, qui ho costruito una famiglia e sto molto bene”

Infine “parole al miele” per mister Zenga.

“Mi dice di stare sereno e tranquillo, avere come allenatore uno che ha fatto la storia di questo ruolo è molto utile e affascinante.”