Contare le carte a Blackjack: vantaggi e svantaggi

blackjack

Anche se non nella versione moderna, il blackjack ha una storia lunga secoli, con molteplici varianti. Parente stretto del 21 francese e del 7 ½ italiano, è stato consacrato negli Stati Uniti, dove nacque la regola che gli dà il nome.

Fu infatti negli states che del premio a chi totalizzasse appunto 21 con la coppia di Jack e asso di picche.

Non solo, a rendere universalmente famoso il blackjack, anche fuori dalla cerchia degli appassionati, è stato proprio un film americano, “21”. nella pellicola si racconta la storia del sistema messo a punto da alcuni studenti del MIT e di Harvard per vincere a Blackjack, con un sofisticato metodo di previsione matematica che sfruttava le regole del blackjack.

Un sistema che si basava sul conteggio delle carte e che ha effettivamente permesso a molte persone di sbancare i casinò. Ma è ancora valido? Quali sono le regole quando si tratta di usare una strategia vincente a blackjack?

advertisement

E una credenza diffusa che contare le carte sia illegale, ma non è così, anche se ovviamente i casinò, sia online che offline, sono corsi ai ripari, adottando contromisure che potessero neutralizzare i metodi di calcolo più conosciuti.

Il sistema classico del conteggio dà frutti soltanto quando il mazzo sta per esaurirsi, situazione a cui è stato ovviato utilizzando più mazzi. Se vogliamo prevedere la carta successiva, elemento centrale per la vittoria, dobbiamo utilizzare tattiche più efficaci, anche se a volte piuttosto complesse, e conoscere a fondo le regole del blackjack.

Tutte le tecniche più utilizzate assegnano dei valori numerici alle carte e si differenziano per pochi, ma significativi dettagli.

La più semplice e quindi il primo approccio è quella del KO per il conteggio delle carte che assegna un valore +1 alle carte 2, 3, 6, 7, +2 a 4 e 5, 0 all’8 e al 9, mentre il 10 e le figure valgono -1 ai fini del conteggio.

Il giocatore dovrà quindi convertire le carte uscite secondo questo schema, per prevedere la tipologia di mazzo che si trova davanti, utilizzando un calcolo progressivo.

Il KO è una versione semplificata del più preciso HI Opt che assegna valori più specifici allo schema numerico e permette di farsi un’idea più chiara delle carte che rimangono nel mazzo, sempre attraverso il calcolo progressivo.

Esiste Poi la versione del conteggio del rapporto tra le carte a valore 10, 16 nel mazzo utilizzato per il Blackjack, con tutte le altre, che aiuta a prevedere la probabilità in maniera piuttosto precisa ma richiede un’agilità di calcolo non comune.

E sicuramente più semplice utilizzare questi sistemi nelle versioni online rispetto ai casinò reali, tuttavia questa pratica comporta alcuni svantaggi e richiede oltre ad abilità matematiche un allenamento costante. Se giocate per la vittoria è sicuramente una strada che potete tentare ma ricordiamo sempre che il piacere del gioco e il divertimento vanno un po’ scemando, dato che è richiesta una concentrazione (e una tensione!) costante per poter applicare con efficacia le tecniche che vi abbiamo raccontato.

blackjack