Sulle ali dell'arte di VIncenzo Bocciarelli

Nella splendida cornice della Sala Della Vittoria, presso la Pinacoteca di Ascoli Piceno, si è svolta ieri, 28 luglio, la presentazione del libro di Vincenzo Bocciarelli “Sulle ali dell’arte”, con la partecipazione straordinaria del sindaco Marco Fioravanti, della presidente della Commissione Cultura al consiglio comunale Patrizia Petracci, del Direttore dei musei Piceni Stefano Papetti, della promotrice dell’evento Adele Biondi e che ha visto alla conduzione della presentazione Ilenia Alessandrini.

Sulle ali dell'arte di VIncenzo Bocciarelli

Il libro: “Sulle ali dell’arte”

Grande soddisfazione ed entusiasmo per l’attore Vincenzo Bocciarelli, che ha avuto modo di presentare, davanti a un vasto pubblico e ai molti fan accorsi da tutta Italia, il libro “Sulle Ali dell’Arte”, scritto durante il periodo del lockdown. Numerose le richieste che iniziano a circolare per l’acquisto del libro che rende tutti molto orgogliosi del lavoro svolto e dell’impegno profuso in questi mesi grazie al Bocciarelli Home Theatre, dal quale nasce l’idea di realizzare il libro edito dall’Accademia Edizioni ed Eventi di Giuseppe De Nicola.

Vincenzo Bocciarelli è un attore molto conosciuto per le sue numerose partecipazioni in fiction di successo, quali “Il bello delle donne 2”, “Incantesimo 5”, “Orgoglio”, “Don Matteo 5”, “Un caso di coscienza 2”, “L’Inchiesta” e film nazionali e internazionali: “Red Land (Rosso Istria)”, “Mission possible”, “La scuola più bella del mondo”, “E ridendo l’uccise”, “La strada dei colori”. Quest’ultimo film ha fatto, inoltre diventare, Vincenzo Bocciarelli il primo attore europeo protagonista nel mercato cinematografico indiano.

Dicono del libro…

«L’idea di realizzare questo progetto è nato durante il periodo di lockdown imposto a causa dell’emergenza Covid-19 – ha dichiarato Vincenzo Bocciarelli – bloccato tra le mura domestiche come milioni di persone».

Bocciarelli ha dato sfogo al suo talento artistico creando il “Bocciarelli Home Theatre”, un programma live-facebook e YouTube, condotto dal suo soggiorno con lo scopo di portare il teatro, la poesia e quindi l’arte, nelle case del pubblico. Un rimedio contro la solitudine e lo smarrimento causati dall’improvvisa pandemia.

“Una delle caratteristiche di stampa del libro di Vincenzo Bocciarelli – ha dichiarato Giuseppe De Nicolapenso si possa sintetizzare col termine “arioso”. Il libro è stato editato utilizzando font di facile lettura, spaziatura fra caratteri ampia, che non affatichi la vista e, a tale scopo, non è stato nemmeno utilizzato il “trattino” per spezzare le parole andando a capo. Le tante foto alleggeriscono ulteriormente il “cammino” del lettore all’interno del libro, gli concedono pause e, per certi versi, sintetizzano l’emozione di quanto scritto “attorno ad esse”. Sono tecniche e concetti applicati volutamente. Nel dopo Covid-19, nei tanti mesi in cui siamo rimasti “tappati in casa”, abbiamo sofferto “la chiusura” – aggiunge l’editore – e adesso è tempo di aria, che dia respiro anche mentre si legge.

Il libro di Vincenzo Bocciarelli è stato quindi volutamente realizzato in “modo arioso”, usando un formato “comodo” da mettere in borsa, in borsetta, “portatile” e da leggere magari andando in giro, durante una pausa, seduti al fresco su una panchina del parco o sotto l’ombrellone”.

Visto il grande successo, l’evento si replicherà in altre città italiane.

Photo Fabrizio Casolini