Nuoro. Nuovo Coronavirus, le regole da seguire per le visite in ospedale

Nuovo coronavirus
Nuoro, guardia, medica, turistica

Sul fronte del contrasto alla diffusione del Covid-19 l’Ospedale San Francesco di Nuoro ha avviato una campagna di informazione rivolta ai cittadini e ai visitatori sulle regole da seguire nell’accesso e nella permanenza nelle varie Unità Operative e servizi ospedalieri.

Nuovo coronavirus

Con il graduale riavvio della delle attività di ricovero e ambulatoriali, sono stati definiti e adottati i percorsi e, contestualmente, si è proceduto con la riorganizzazione di spazi e ambienti:

1. A cominciare dall’ingresso al Presidio, che – fino a nuova disposizione – continua a d essere  UNICO, ed è consentito, attraverso la Hall, per i dipendenti, ma anche per visitatori e per pazienti che devono usufruire delle seguenti prestazioni:
ricoveri programmati (Degenza Ordinaria, Day Hospital, Day Service), prestazioni ambulatoriali, prenotazioni CUP (Centro Unificato di Prenotazione), ritiro referti.
Analogamente è consentito l’ingresso ai mezzi di soccorso per il trasporto di pazienti che NON devono accedere in Pronto Soccorso.

2. Per i visitatori dei degenti sono valide le “Istruzioni Operative per l’accesso di utenti autorizzati alla visita di pazienti in degenza ordinaria”.
L’accesso dei visitatori ai reparti della struttura sanitaria è consentito a coloro che:siano stati indicati dal paziente come referenti per la ricezione delle informazioni riguardo al proprio stato di salute o tutori legali (“referenti”), e siano autorizzati    dall’Unità Operativa di degenza (reparto) del paziente,    secondo    apposito modulo che viene fornito presso lo stesso reparto.

Nuovo coronavirus

Di seguito le modalità operative per l’accesso ai reparti:
AI momento del ricovero, i professionisti sanitari devono registrare in cartella clinica i dati dei referenti (nome, cognome, recapito telefonico e, qualora possibile, indirizzo di posta elettronica) secondo la modulistica sul consenso al trattamento dei dati sensibili, parte integrante della cartella clinica.

I professionisti sanitari del reparto gestiscono e tengono aggiornato un registro degli accessi effettuati dai referenti.

II Direttore dell’Unità Operativa individua giorni e fascia oraria consentiti per l’accesso  dei referenti (che non interferiscano con l’attività ordinaria) e li comunica per iscritto alla Direzione Sanitaria di Presidio.

Le visite per stanza dovranno limitarsi al numero di una persona per paziente per stanza.

II referente viene contattato telefonicamente dal personale del reparto per le informazioni e le istruzioni del caso.

I giorni e gli orari per l’ingresso nel reparto sono “calendarizzati” e comunicati al referente e al portierato all’ingresso dell’ospedale.

Ogni accesso dei referenti nel reparto è consentito nelle giornate e fasce orarie indicate dall’Unità Operativa, salvo casi eccezionali e contingenti.

Nuovo coronavirus

II giorno dell’accesso al reparto ii referente effettua l’ingresso dalla Hall principale, indossa mascherina chirurgica, pratica l’igiene delle mani ed effettua il controllo della temperatura, secondo le istruzioni operative per l’accesso vigenti, e prosegue fino al reparto di destinazione.

II referente, al primo ingresso, è accolto fuori dal reparto di degenza dall’operatore d turno.

L’operatore del reparto somministra al referente il modulo dedicato al visitatore per l’immediata compilazione.

In caso di quadro clinico – epidemiologico sospetto, il referente non accede alla struttura di degenza e viene invitato a contattare il Medico di Medicina Generate (MMG) o i numeri istituzionali dedicati.

L’operatore in turno accompagna il referente presso la stanza di degenza per la visita, fornisce indicazioni comportamentali (distanziamento sociale di 1 metro, igienizzazione delle mani, corretto impiego della mascherina) facendo rispettare il tempo massimo di permanenza (10 minuti).

Nuovo coronavirus

AI termine della visita, il referente effettua l’igiene delle mani e lascia la stanza di degenza.

Se disponibile,il medico del reparto valuterà se effettuare un colloquio informativo col referente sulle condizioni cliniche del paziente.

Il referente appone una firma accanto alla registrazione della sua visita nel registro dei visitatori presso il reparto.

Di seguito le modalità    operative    per    l’accesso    alla    degenza    ordinaria nei    reparti    COVID (Rianimazione e Malattie Infettive):
Ulteriori misure precauzionali, oltre ai punti da 1 a 15, riguarderanno il livello di protezione con:
sovra-camice e calzari monouso;
igienizzazione delle mani ed utilizzo dei guanti.

II referente è aiutato dal personale di reparto in accoglienza alla vestizione ed alla successiva svestizione dei DPI (Dispositivi di Protezione Individuale) nelle modalità adeguate.

3. I pazienti dializzati, muniti di autorizzazione rilasciata daIl’Unità 0perativa di Nefrologia, utilizzano l’ingresso dalla Dialisi, lato via Salvatore Mannironi;

4. I pazienti che devono accedere al Centro Trasfusionale, muniti di autorizzazione rilasciata dal Servizio Immuno-trasfusionale, utilizzano l’accesso usuale da via Luigi Einaudi;

5. L’accesso dei pazienti verso l’Unità Operativa di Radioterapia è sempre prevista dall’ingresso principale, con utilizzo dell’ascensore panoramico posto nella Hall, fino al piano zero.

“Attraverso queste disposizioni – spiega il Direttore ASSL Nuoro, Grazia Cattina – si vogliono contemperare la necessaria sicurezza di pazienti ed operatori con la volontà di assicurare anche il mantenimento del supporto della famiglia ai pazienti ricoverati”. “La regolamentazione – prosegue Cattina – è pensata per poter garantire entrambi i diritti: quello alla sicurezza e quello alla salute, che è anche benessere psicologico della persona che deriva anche dal sostegno che solo le persone care possono assicurare”.

Nuovo coronavirus
Nuoro, guardia, medica, turistica