La Costiera Amalfitana non si ferma. Ecco la storia di Saghir

Galani: “Avevo inaugurato Saghir poco prima della pandemia. Ci siamo subito riorganizzati. Ripartiamo perché il Paese non si può fermare”.

“Avevo inaugurato Saghir appena nel 2019, poi è arrivato il lockdown, ora la rinascita. Siamo qui, spero che tutti si rendano conto della necessità di ripartire, dobbiamo farlo tutti insieme per dar forza a questo paese. Lavoriamo 6-7 mesi e d’inverno è dura. Ci vuole gente pronta a rimettersi in gioco. Ripartiamo e speriamo bene.

Costiera Amalfitana

Per garantire la sicurezza dei nostri ospiti, abbiamo cambiato la disposizione dei tavoli sistemandoli ad un metro di distanza; ho predisposto il gel disinfettante all’ingresso e in bagno. Tutti rispettano il protocollo sanitario”. Lo ha affermato Gennaro Galani, in arte Piccoletto.

Camminando lungo via Capriglione nella pittoresca e lucente Praiano, una sensazione d’ilarità ed allegria si diffonde nell’atmosfera. Salendo lungo la strada, le note di “It’s not inusual” di Tom Jones si confondono con un suono fatto di risa fragorose e disordinate. Tra il profumo del baccalà fresco, delle mulignan arrevotate e il cin cin dei calici di vino, tutti ballano e la vita ha un sapore più dolce e spensierato.

Benvenuti da Saghir, il prezioso e seducente ristorantino/wine bar di Gennaro Galani, in arte Piccoletto. Saghir deriva dall’arabo, e significa proprio “piccolo”. Piccoletto fa questo mestiere da tutta la vita, dall’età di 12 anni. In Costa d’Amalfi lo conoscono tutti per il suo carattere esuberante e coinvolgente e per aver ideato il celebre “Melon Time” che durante la bella stagione anima gli ospiti e gli amici del One Fire di Praiano, stabilimento balneare che ha cogestito per tanti anni.

Costiera Amalfitana

Nel 2019 Piccoletto inaugura Saghir. È un posto più unico che raro, dove puoi incontrare gli operai che dopo una giornata di lavoro allietano la loro serata in compagnia del buon vino e del buon cibo, mentre il proprietario dell’hotel 5 stelle si gode la sua cena in tranquillità, anche durante i mesi invernali. Piccoletto si prende cura dei suoi ospiti e questo ha permesso a Saghir di divenire in pochissimo tempo sinonimo di casa, sia per gli abitanti della Costiera sia per chi viene a trovarci.

“Questo è un posto favoloso dove si respira allegria! L’unica cosa che mi manca veramente è abbracciare – ha concluso Gennaro Galani –  ballare, stare in compagnia dei miei amici. Perché questa è la vera anima del ristorante!”

Mentre ci racconta la sua ripartenza, una domanda su una lavagna attira la nostra attenzione Estás listo para esta nueva aventura?”, l’ha scritta la moglie Adriana.

Possiamo dire che Piccoletto è più che pronto e insieme a lui ci auguriamo che anche questa avventura porti i suoi frutti.

Nell’ambito del progetto Authentic Amalfi Coast, il Distretto Turistico, continuerà a narrare con specifici comunicati e post storie di imprenditori che non si sono fermati, che hanno scelto di sperimentare nuovi metodi e modalità per continuare a lavorare, come hanno sempre fatto.

Costiera Amalfitana