Anche gli imprenditori sardi in piazza a Roma: “Vogliamo riaprire i nostri locali”

Ci sarà anche un pezzo di Sardegna mercoledì 10 giugno a Roma per il flash mob organizzato dal Silb Confcommercio. Dopo 106 giorni di chiusura e di silenzio il mondo dell’intrattenimento chiede di poter iniziare di nuovo a lavorare. Ci saranno quattro nostri rappresentanti per limitare al massimo i disagi e quindi rispettare le distanze di sicurezza”, ha detto Emanuele Frongia, rappresentante Fipe Confcommercio Sud Sardegna, “gli aiuti economici servono anche per gli imprenditori che cercano di proporre un programma che ha come obiettivo quello di far divertire le persone”. Sono circa 100mila i lavoratori interessati in tutta Italia, 4 i miliardi di fatturato, pronti a ripartire in sicurezza.I locali sono strutturati per garantire distanze di un metro, abbiamo proposto protocolli di sanificazione, tracciamento e sicurezza”, ha spiegato Simone Murgioni, commissario Fipe-Silb Confcommercio Sud Sardegna, “chiediamo il riconoscimento del nostro ruolo fondamentale per la socialità di giovani e meno giovani. Vorremmo solo poter continuare a fare divertire il prossimo regalando sogni, emozioni e relazioni”.

La manifestazione si terrà nella piazza Montecitorio dalle 9 del mattino alle 13 e il motto è “La vita è bella, la vita è ballo”, parteciperanno tutti i dirigenti dell’associazione a livello nazionale e locale, i gestori e i lavoratori della nightlife.