MSD scende in campo a livello globale per combattere COVID-19

Annunciata l’acquisizione di Themis Bioscience e due collaborazioni con IAVI e Ridgeback Bio per lo sviluppo di potenziali vaccini per il virus SARS-CoV-2 e di un antivirale per il trattamento del COVID-19.

MSD, nota come Merck & Co. Inc. (NYSE: MRK) negli Stati Uniti e in Canada, ha annunciato tre importanti accordi volti a combattere l’emergenza COVID-19:

  1. l’acquisizione di Themis Bioscience, azienda focalizzata sui vaccini e sulle terapie di immunomodulazione per le malattie infettive, incluso COVID-19;

  2. la collaborazione con IAVI – organizzazione di ricerca non-profit attiva per trovare soluzioni alle più importanti sfide di sanità pubblica – per lo sviluppo di un vaccino per COVID-19;

    advertisement
  3. la collaborazione con Ridgeback Bio – azienda biotech statunitense – per lo sviluppo di un antivirale orale per COVID-19 (EIDD-2801).

«La tradizione e l’esperienza maturata da MSD nella scoperta e sviluppo di vaccini e farmaci antivirali – ha dichiarato Kenneth C. Frazier, Presidente e CEO di MSD – ci impongono di partecipare allo sforzo della comunità scientifica per scoprire nuovi farmaci e vaccini che possano porre fine a questa pandemia. MSD è stata da subito impegnata a sviluppare una risposta efficace alla pandemia COVID-19 e siamo consapevoli che il successo finale richieda una collaborazione globale tra Paesi, aziende e tanti altri stakeholder. Siamo orgogliosi di aver identificato alcune delle soluzioni più promettenti per rispondere alla sfida globale e di aver messo tutte le nostre risorse a disposizione in modo da accelerare i processi. Tutti questi progetti avranno le risorse, l’attenzione e il focus necessario: il focus necessario per sconfiggere la pandemia COVID-19».

«COVID-19 – prosegue Frazier – è una sfida globale che richiede soluzioni globali. MSD vuole rendere accessibile e sostenibile a livello globale il vaccino o il farmaco che svilupperemo per la pandemia e stiamo lavorando per raggiungere questo obiettivo il più rapidamente possibile. Come abbiamo già dimostrato con il vaccino per Ebola, quando il mondo ha bisogno di unirsi per fronteggiare nuove e difficili sfide, può contare su MSD, che è sempre in grado di fare la sua parte. Sebbene la sfida di questa pandemia sia immensa, sappiamo che la Scienza e lo spirito di collaborazione trionferanno, proprio come è successo in passato».

«COVID-19 è un’enorme sfida scientifica, medica e globale – ha dichiarato Roger M. Perlmutter, a capo di MSD Research Laboratories. – MSD sta collaborando con organizzazioni in tutto il mondo per sviluppare vaccini e farmaci che aspirano ad alleviare le sofferenze causate dall’infezione da SARS-CoV-2».

«Nonostante non siamo in grado di prevedere quando vinceremo la battaglia – conclude Frazier – siamo certi che la Scienza è dalla nostra parte, la collaborazione necessaria è già in atto e che, insieme, sconfiggeremo Covid-19».

Nel dettaglio, gli annunci diffusi oggi da MSD riguardano:

Acquisizione di Themis Bioscience

Themis ha un’ampia pipeline di potenziali vaccini e di terapie immunomodulanti sviluppate usando una piattaforma a vettore virale che utilizza il virus del morbillo basata su un vettore sviluppato dagli scienziati dell’Istituto Pasteur, un centro europeo di ricerca sui vaccini di fama mondiale, e dato in licenza esclusiva a Themis per alcune indicazioni virali selezionate.

La Measles Vector Platform è in fase di valutazione per un vasto numero di indicazioni nell’ambito delle malattie infettive e immunologiche. Si basa su un vaccino modificato per il virus del morbillo e può essere ingegnerizzata per rilasciare un’ampia varietà di antigeni. Il vettore del morbillo è disegnato per fornire un veicolo che trasporti gli antigeni al sistema immunitario per innescare una risposta della memoria immunitaria.

La piattaforma è stata inserita nei programmi di sviluppo di vaccini per malattie infettive come SARS, Chikungunya, MERS e la febbre Lassa.

Nel mese di marzo, Themis Bioscience si è unita in consorzio con l’Istituto Pasteur e il Centro per la Ricerca sui Vaccini dell’Università di Pittsburgh, con il supporto finanziario della Coalition for Epidemic Preparedness Innovations (CEPI). Il fine del consorzio è quello di sviluppare un vaccino per il virus SARS-CoV-2, per la prevenzione del COVID-19.

Il vaccino si trova in una fase di sviluppo pre-clinica, mentre l’avvio degli studi clinici è pianificato entro il 2020.

L’Istituto Pasteur, CEPI e MSD hanno sottoscritto una dichiarazione di intenti che riflette l’impegno delle parti a sviluppare, produrre e distribuire un vaccino per contrastare la pandemia da COVID-19, su scala globale e a un prezzo che renda il vaccino disponibile in tutto il mondo e accessibile a tutti coloro che ne avessero bisogno, inclusi i Paesi a basso reddito pro-capite.

Collaborazione con IAVI per lo sviluppo di un vaccino contro il virus Sars-CoV-2

MSD e IAVI – un’organizzazione di ricerca non-profit attiva per trovare soluzioni alle più importanti sfide di sanità pubblica – hanno finalizzato un accordo di collaborazione per lo sviluppo di un vaccino contro il virus SARS-CoV-2.

Il vaccino utilizzerà il virus della stomatite vescicolare ricombinante (rVSV), una tecnologia già alla base del vaccino MSD per il virus Ebola Zaire. MSD ha, inoltre, firmato un accordo con la Biomedical Advanced Research and Development Authority (BARDA) in merito a un iniziale finanziamento.

Nell’ambito dell’accordo, MSD e IAVI lavoreranno insieme per portare avanti lo sviluppo e la valutazione clinica globale del vaccino per SARS-CoV-2 (progettato interamente dagli scienziati di IAVI) e per renderlo accessibile a un prezzo sostenibile in tutto il mondo, qualora venisse approvato.

Il vaccino si trova in una fase di sviluppo pre-clinica e gli studi clinici sono pianificati a partire dal 2020.

Collaborazione con Ridgeback Biotherapeutics per lo sviluppo di un antivirale orale per il trattamento del Covid-19

MSD e Ridgeback Biotherapeutics hanno annunciato una collaborazione per lo sviluppo di EIDD-2801, un antivirale orale per il trattamento dei pazienti con COVID-19. Il farmaco si trova, al momento, nella fase precoce di sviluppo clinico.

«In aggiunta ai nostri sforzi per lo sviluppo di un vaccino contro il SARS-CoV-2 – ha dichiarato ancora Roger M. Perlmutter – stiamo mettendo a sistema i nostri asset e quelli di partner esterni nell’ambito degli antivirali, al fine di valutarne il potenziale nel trattamento di persone con COVID-19».

«La valutazione clinica di EIDD-2801 nei pazienti con COVID-19 è solo all’inizio – conclude Perlmutter – ora che gli studi di fase 1 hanno dimostrato che la formulazione è ben tollerata. Gli studi pre-clinici hanno dimostrato che EIDD-2801 ha promettenti proprietà antivirali contro diversi ceppi di coronavirus, incluso SARS-CoV-2, e siamo ansiosi di procedere con la prossima fase di studi clinici più velocemente e responsabilmente possibile».

MSD

MSD è la consociata italiana di Merck & Co.[1], azienda farmaceutica multinazionale fondata 129 anni fa e leader mondiale nel settore della salute.

Nel 2019, MSD ha investito quasi 10 miliardi di dollari in attività di Ricerca & Sviluppo (oltre il 23% del fatturato), grazie ai suoi 15.000 ricercatori. Testimonianza di questo impegno in R&S sono i sei Premi Nobel per la Medicina assegnati a ricercatori MSD, l’ultimo dei quali, nel 2015, al Prof. William C. Campbell per la scoperta dell’ivermectina, la molecola per la cura della cecità fluviale (oncocercosi).

Con la sua ricerca nel campo della immunoncologia e i suoi oltre 1.000 clinical trial in corso, MSD sta trasformando i paradigmi di cura nella lotta ai tumori. Da più di 100 anni, MSD scopre e sviluppa vaccini per proteggere bambini, adolescenti e adulti da numerose e gravi patologie.

MSD, inoltre, vanta una lunga storia di innovazione terapeutica nella prevenzione e nel trattamento delle infezioni di origine batterica (AMR), virale (HIV, CMV) e fungina ed è una delle poche aziende che ancora investe nella R&S di nuovi antibiotici e promuove la antimicrobial stewardship per contrastare l’AMR.

MSD, infine, non solo investe fortemente in R&S per la scoperta di nuove terapie per il diabete, ma ha un impegno e programmi distintivi per aumentare l’aderenza alla terapia e ridurre sprechi e inefficienze.

MSD è orgogliosa del suo impegno nella Responsabilità Sociale dove arriva ad erogare ogni anno 2,8 miliardi di dollari.

La scoperta del Prof. Campbell ha dato vita, nel 1987, al “Mectizan Donation Programme”, la più grande partnership pubblico-privato per l’eradicazione della cecità fluviale a livello globale. A partire dal 1987, MSD distribuisce gratuitamente il farmaco a tutti coloro che ne hanno bisogno, per un valore superiore ai 5 miliardi di dollari.

L’Azienda ha anche lanciato il programma decennale “MSD for Mothers” con il quale, grazie ad uno stanziamento di 500 milioni di dollari, intende contribuire a ridurre la mortalità materno-infantile a livello globale.

Inoltre, MSD è attualmente in contatto diretto con l’OMS, MSF e altre organizzazioni internazionali a fronte dei nuovi casi di Ebola Zaire riportati nella Repubblica Democratica del Congo. Attraverso l’OMS, MSD ha avviato la distribuzione per uso compassionevole del vaccino per Ebola Zaire, V920 (rVSV∆G-ZEBOV-GP, vivo attenuato) per l’utilizzo nelle zone più colpite del Paese. Lo scorso 12 novembre, la Commissione Europea ha concesso l’autorizzazione all’immissione in commercio al vaccino per l’immunizzazione attiva di soggetti con età > o = a 18 anni per proteggere contro la malattia causata dal virus Ebola Zaire.

In Italia, MSD è presente da oltre 60 anni, con circa 1.000 dipendenti e forti investimenti in Ricerca, non solo per studi clinici condotti nel Paese (107 studi clinici con 503 centri coinvolti ed investimenti, nel 2019, pari a 50 milioni di Euro), ma anche per iniziative a sostegno della ricerca indipendente (oltre 40 milioni di dollari in erogazioni liberali).

MSD Italia è stata premiata, per cinque anni consecutivi, come Best Digital Healthcare Company in Italia (nel 2019, ha ottenuto il riconoscimento come Best Social Company), come Società Leader per la CSR ed è stata confermata nella lista delle migliori Aziende per le quali lavorare, secondo la classifica stilata da Top Employer Institute e Great Place to Work (nel 2019, MSD Italia è stata anche riconosciuta da Great Place to Work tra le migliori aziende italiane per l’ambiente inclusivo per la popolazione femminile e per i Millennials).

In particolare, nel 2020 MSD Italia è risultata la prima azienda farmaceutica nella classifica di Great Place to Work e terza in assoluto nel ranking.

Nel 2015, 2017, 2018 e 2019, MSD Italia ha ricevuto il prestigioso Premio Galeno Italia – l’equivalente del Premio Nobel per il settore farmaceutico ed il più alto tributo alla ricerca e allo sviluppo in questo campo.

MSD Italia è un’azienda certificata Iso 9001.

Per maggiori informazioni, visitare i siti www.msditalia.it e www.msdsalute.it.

[1][1] L’azienda è conosciuta come MSD in tutto il mondo, ad eccezione di Stati Uniti e Canada, dove opera con il nome di Merck & Co