Cagliari, gli studenti pretendono risposte

Il 4 Maggio, centinaia di studenti si sono visti recapitare il divieto di rientro nei propri alloggi fino a data da destinarsi, mentre nessun cenno è stato fatto relativamente al rimborso dei canoni d’affitto già anticipati.
La preoccupazione per una situazione davvero grave, tale da mettere in pericolo la stessa possibilità di proseguire gli studi, ha portato gli studenti coinvolti ad attivarsi in prima persona, senza mediazioni, per ottenere il totale e immediato rimborso di quanto già pagato, per il periodo in cui non hanno potuto e non potranno usufruire degli alloggi.

In pochi giorni le loro richieste sono state supportate da centinaia di firme, raccolte tra gli inquilini delle Case dello Studente, e sono state presentate, in data 7 Maggio, all’attenzione di ERSU e Rettore dell’Università di Cagliari.
Ad oggi, nessuna risposta è arrivata da parte dell’ente: gli studenti sono stanchi di questa situazione di incertezza nella quale sono stati abbandonati e pretendono risposte chiare e tempestive.
Fino all’ottenimento del rimborso totale, gli studenti continueranno a mobilitarsi per la difesa dei propri diritti e per lottare contro chi vorrebbe far pagare loro il prezzo salato di questa emergenza.

Le Studentesse e gli Studenti delle Case dello Studente di Cagliari

advertisement

#ersubogasudinai

L’ERSU CI SFRATTA? RIMBORSI SUBITO!
NOI LA CRISI NON LA PAGHIAMO!