Cartella della spesa, stop a Cabras

 

Cabras dice stop alla cartella della spesa. In arrivo una nuova ordinanza al Comune di Cabras. Intanto però il Sindaco Andrea Abis ha rimosso l’obbligo della cartella della spesa.

Anche nel Sinis quindi stanno venendo meno alcuni provvedimenti adottati come misura di prevenzione alla diffusione del contagio da covid19. L’allentamento delle misure si è reso necessario alla luce dell’allentamento del lockdown, dal 4 maggio.

Come aveva dichiarato il Sindaco Abis, infatti, “a partire dal momento in cui sarà possibile recarsi in un altro comune a fare la spesa, a Cabras la cartella della spesa non sarà più in vigore”.

La nota esplicativa della Regione.

A seguito della nota esplicativa e interpretativa diffusa nella serata di sabato dalla Presidenza della Regione Sardegna, l’esigenza di fare la spesa rientra fra le possibilità di spostarsi oltre i confini del territorio comunale nel quale si risiede, si è domiciliati o si ha la propria abitazione.

Nella nota si ricorda che in ogni caso vale il criterio della vicinanza alla propria casa e che un allontanamento consistente dalla propria abitazione sarà consentito soltanto in presenza di specifiche ragioni.

Cosa è la cartella della spesa.

Con la cartella della spesa il Sindaco Abis aveva inteso limitare l’accesso alle medie strutture di vendita, per evitare il costituirsi di assembramenti. A due componenti il nucleo familiare era consentito andare a fare la spesa due volte a settimana, per un totale di quattro volte complessive.

La scelta era tesa alla tutela della salute di un paese che in proporzione alla media provinciale è stato colpito dal covid in modo significativo.

Le dichiarazioni del Sindaco.

Lo sa bene il primo cittadino di Cabras, che ricorda: “Ad ogni modo il limite resta nel buon senso. Dobbiamo essere ancora molto prudenti.
Le scelte operate oggi sono ancora più importanti per le immediate conseguenze che hanno sul nostro prossimo futuro. E per futuro intendo il turismo, la stagione che è alle porte e che dobbiamo salvare a ogni costo.
L’Italia è stata già bollata come terra di untori all’inizio di questa pandemia. Non possiamo permetterci di commettere gli stessi errori”.

Il nuovo provvedimento sindacale è disponibile sul sito web istituzionale del Comune di Cabras.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here