2 giugno, a Cabras riaprono il Museo e Tharros

Cabras modifica gli spazi pubblici
Cabras modifica gli spazi pubblici

Un segnale al paese, di grande forza simbolica. Il Sindaco Andrea Abis punta molto sulla cultura per la ripartenza del territorio. Decide di riaprire il Museo civico “Giovanni Marongiu” e l’area archeologia di Tharros nel giorno della Festa della Repubblica.
Il 2 giugno 2020 a Cabras sarà un 2 giugno diverso.

L’apertura sarà come consueto alle 10. Ma non sarà un giorno come gli altri.
Nel rispetto delle disposizioni per il contenimento del contagio da covid19, il Sindaco Andrea Abis e la direttrice del Museo Carla del Vais sanciranno il nuovo corso.
Saranno sufficienti alcune semplici regole, come il percorso unidirezionale e le prenotazioni. Si potrà così nuovamente ammirare il ricco patrimonio che ospita il Museo e la città di Tharros.

Non potendosi celebrare alcuna cerimonia, la scelta dell’Amministrazione è di dare un significato simbolico alla cultura per il territorio, unendo la Festa della Repubblica alla riapertura dei due siti.
“Il significato più profondo della ricorrenza del 2 giugno è nella libertà e nella democrazia, ma anche nel lavoro e nella solidarietà – dichiara il Sindaco Andrea Abis -.
Quest’anno ancora di più, perché attraversiamo un momento in cui, specie in comunità come Cabras, le incertezze economiche preoccupano.
Ma il nostro territorio ha dei punti di forza sui quali possiamo fare leva.
Uno di questi è la cultura, sulla quale occorre puntare per la ripresa del territorio”.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here