Prestiti fino a 25 mila € per Pmi-partite Iva. Come scaricare online il modulo

Il ministero dello Sviluppo ha fatto sapere di essersi adoperato per rendere immediatamente attuative le misure del decreto Imprese. Per ridurre i tempi di attuazione era stata già inviata alla Commissione Ue, prima dell’approvazione del decreto, la notifica per richiedere l’autorizzazione ad adottare questi nuove regole di aiuti di stato, che oggi ha ricevuto il tempestivo via libera da Bruxelles. 

Il Mise e Mediocredito Centrale, gestore del Fondo di Garanzia, stanno lavorando insieme all’Abi e ai principali istituti di credito per rendere attivi e disponibili, in tempi brevi, tutti i sistemi informatici e la modulistica necessaria alla richiesta di garanzia per i beneficiari, che si prevedono numerosi e per accelerare le istruttorie bancarie con l’obiettivo di ridurre a pochissimi giorni il tempo di attesa.

advertisement

Le norme prevedono che la garanzia non possa andare oltre il 25% del fatturato del beneficiario dell’ultimo bilancio (con restituzione fino a 6 anni e inizio del rimborso non prima di 18-24 mesi).

In pratica, 25 mila euro si ottengono solo se si ha un fatturato di almeno 100 mila euro, sotto questa soglia l’aiuto cala. Anche nel caso dei prestiti fino a 25 mila euro, che non prevedono valutazione da parte del Fondo di garanzia, resta comunque la facoltà della banca di erogare o meno il finanziamento.

CLICCA QUI PER SCARICARE IL MODULO PER LA RICHIESTA DI GARANZIA STATALE FINO A 25 MILA EURO PER LE PMI E LE PARTITE IVA

Fonte: www.affaritaliani.it