Presidente della protezione civile di Villanofranca minacciato

carabinieri
carabinieri

La vettura in questione sarebbe proprio la Fiat Punto, con i simboli distintivi della Protezione civile. L’auto,  parcheggiata sotto casa del presidente di sezione, fa intendere che non ci siano dubbi sul destinatario delle minacce. Il biglietto, scritto su un foglio a quadretti con una penna biro, riporta il seguente messaggio:

Signor Follesa, smetti di dire cose che non sai altrimenti ti troverai con un buco alla nuca. Saluti.

Momenti quindi di paura del Follesa che subito ha chiamato il 112.

I fatti

Follesa esce per andare a lavoro e vede il biglietto sul parabrezza dell’auto. Follesa chiama subito i carabinieri della stazione locale. I militari hanno prelevato il biglietto che sarà sottoposto ad accurate analisi per vedere se ci sono delle impronte, e capire l’identità dell’autore. Al momento il presidente della protezione civile di Villanofranca ha presentato una formale denuncia per minaccia aggravata. I carabinieri hanno avviato le indagini sull’episodio. Le piste seguite porterebbero alle attività svolte nell’ultimo periodo per contenere il contagio di Covid-19. Non si escludono altre piste.

advertisement

GOVERNATORE SOLINAS, “GESTO VILE”

Un gesto vile che colpisce uno dei tanti uomini che in questa drammatica emergenza stanno generosamente offrendo la propria opera per la tutela della salute pubblica.

Il presidente della Regione Sardegna, Christian Solinas, ammonisce il gesto. Le minacce di morte recapitate con un biglietto lasciato sull’auto al presidente della Protezione Civile di Villanovafranca, Gianni Follesa, lasciano tutti senza parole. Soprattutto in un periodo delicato come questo, non si dovrebbe parlare di gesti del genere.

Auspicando che le indagini delle forze dell’ordine portino al più presto all’individuazione dei colpevoli – sottolinea il presidente, desidero manifestare al presidente Follesa la vicinanza e solidarietà mia e della Giunta Regionale.