Porto Torres e Covid-19, indennità per le famiglie

Sono stati pubblicati nella home page del sito web del Comune di Porto Torres, nella sezione Avvisi e scadenze, la modulistica e l’avviso pubblico avente ad oggetto le indennità per le famiglie che si trovano in “situazioni di deprivazione economica-sociale a causa della pandemia Sars-Cov-2”.

Le domande dovranno essere inviate esclusivamente al portale online della Regione Sardegna, Bonus800Ras (https://bonus800ras.sicare.it/), unitamente al documento d’identità del richiedente. Non saranno esaminate istanze pervenute precedentemente, le quali dovranno essere ripresentate a partire dalla data di pubblicazione dell’avviso. La documentazione dovrà pervenire entro il 24 aprile 2020.

Gli uffici dei Servizi sociali raccomandano agli utenti di compilare la domanda online con estrema calma e attenzione, avendo con sé, nel momento dell’inserimento dei dati, sia il codice fiscale che il codice Iban. Eventuali informazioni e chiarimenti potranno essere richieste presso il contact center al n. 800926210 dalle ore 8.30 alle ore 17.30 (aperto anche sabato e domenica) o al seguente recapito telefonico: 079 5008339.

Al beneficio possono accedere i nuclei familiari residenti e domiciliati nel Comune di Porto Torres alla data del 23 febbraio, il cui reddito sia inferiore a 800 euro mensili netti relativamente al periodo tra il 23.02.2020 ed il 23.04.2020 e i cui componenti siano in possesso di almeno uno dei requisiti ulteriori illustrati nel dettaglio all’interno dell’avviso pubblico presente sul sito web del Comune (https://www.comune.porto-torres.ss.it/Servizi/Avvisi-e-scadenze/Avviso-Pubblico-Misure-straordinarie-ed-urgenti-di-sostegno-alle-famiglie-che-si-trovano-a-fronteggiare-situazioni-di-deprivazione-economica-sociale-a-causa-della-pandemia-Sars-Cov-2-Scadenza-24-04-2020).

Le indennità verranno erogate tramite accredito su conto corrente bancario o postale intestato al beneficiario, tramite accredito su carta prepagata intestata al beneficiario oppure direttamente in casi eccezionali debitamente motivati, per importi inferiori ai mille euro.

Nell’istanza gli utenti dovranno indicare anche che il reddito del proprio nucleo familiare è inferiore a 800 euro mensili netti e l’eventuale ricevimento di altri contributi pubblici, come ad esempio Reddito di Cittadinanza, Rei, Naspi, indennità di mobilità, cassa integrazione guadagni, altre forme di sostegno previste a livello locale o regionale.