Zenga: “Giocare d’estate? Parliamo di calciatori e non di camionisti”

L’allenatore del Cagliari alla Gazzetta dello Sport racconta le sue prime settimane sulla panchina del Cagliari, subentrato a Rolando Maran, dovendo subito gestire l’emergenza coronavirus.

In questi ultimi giorni il team centrale nel mondo sportivo, e nello specifico in quello calcistico, è stato il taglio degli stipendi. Walter Zenga ha parlato del suo contratto appena firmato con il club rossoblù e della famosa “clausola del buonsenso”

“Io quando ho firmato con il Cagliari, il 3 marzo, ho parlato con il presidente Tommaso Giulini e da persone intelligenti abbiamo inserito una clausola di buon senso relativa a questa emergenza. Ovvero, una clausola che prevede un significativo taglio dello stipendio per il nuovo allenatore rossoblù rispetto al compenso previsto in una situazione di normalità”

Il campionato, al momento, sembra essere veramente lontano dalla sua ripartenza, ma il club rossoblù è tra quelle squadra disposte a scendere in campo anche in estate.

” Alla data della ripresa della Serie A al 3 maggio non ho mai creduto. Io dico: spero di giocare quest’estate. E non venitemi a parlare di vacanze, tour de force o problemi di calendario. Parliamo di calciatori non di camionisti. Nessuno qui si alza alle 5 di mattina. Quando ripartiremo ci sarà una grande carica perché significa che abbiamo vinto tutti, punto”, le dure parole del mister.