Cronache pongistiche del 5 marzo 2020

Stage stagionale regionale a Muravera: tutto veramente perfetto

Breve, intenso, appagante. Anche il settimo stage regionale giovanile, organizzato dalla Fitet Sardegna tramite il braccio operativo, coordinato dall’instancabile Francesca Saiu, sarà ricordato per aver lasciato tante belle impressioni a tutti i presenti. Compresa il tecnico della nazionale giovanile Rossella Scardigno, giunta nel Sarrabus per monitorare l’azzurrina del Muravera TT Francesca Seu.

La mezza giornata di lavoro, nel centro litoraneo della Sardegna orientale, va giustificata dalla presenza di convocati molto giovani che, ovviamente, sono stati messi sotto torchio, ma non come i loro colleghi più grandetti.

C’era addirittura un bimbo del 2012, Nicola Cilloco del Tennistavolo Sassari, assieme al suo compagno di scuderia Simone Demontis, classe 2011 come l’autoctono della Muraverese Marco Dessì e il rappresentante de La Saetta Quartu, Gioele Puddu. Del 2009 erano invece Luca Broccia (TT Guspini) e Zemgus Lai (Marcozzi), ma quest’ultimo ha preferito declinare l’invito e alla fine non si è presentato.

[foto id=”295479″]Simone Demontis e Nicola Cilloco

Presenti anche Emanuele Cuboni (Sporting Lanusei) e Manuel Broccia (TT Guspini), nati nel 2007 e sottoposti a lavori più particolareggiati. Non ha risposto alla chiamata neppure il 2006 Elia Licciardi dello Sporting Lanusei.

Prima dell’attivazione muscolare gli atleti si sono dedicati alla seduta con la psicologa dello sport Micaela Cara. Ne è uscito fuori un dialogo molto stimolante sul piano motivazionale al quale hanno assistito tutti i presenti, genitori compresi. I bambini hanno manifestato eccellenti reazioni ai continui pungoli del mental coach. Piacevolmente sorpresa la stessa Rossella Scardigno che ha accolto con positività questa iniziativa, per adesso l’unica in tutto il territorio nazionale.

Particolare e curata nei minimi dettagli la parte fisica, diretta da Marco Pintus, che ha scaldato gli atleti in vista degli esercizi al tavolo, seguiti attentamente non solo da Francesca Saiu ma anche dai suoi fedeli collaboratori/sparring Nicola Pisanu, Alberto Mattana e Michele Buccoli. Tutto comunque molto soft, culminato con dei giochi di gruppo idonei a tenere la mente un po’ leggera in vista del torneo giovanile previsto a Lanusei il giorno dopo.

Parallelamente si teneva lo stage diretto dal tecnico Scardigno. Ha partecipato Francesca Seu, nazionale minicadet, assieme alle altre ragazze che fanno parte del Progetto Italia: Eva Mattana (Muraverese), Laura Alba Pinna (Tennistavolo Sassari) e Rossana Ferciug (Quattro Mori Cagliari). Si è voluto approfittare della presenza di Marco Pintus che le ha preparate nel miglior modo possibile, proponendo nuovi esercizi, ovviamente strettamente connessi alla disciplina del tennistavolo.

L’intervista con Francesca Saiu

Non si è fermata un attimo, soprattutto quando c’era da interagire con il cesto e le dinamiche ad esso concatenate. Il tecnico regionale Francesca Saiu concede soli dieci minuti di pausa, in tre ore complessive di stage, dimostrando che il binomio qualità/quantità deve raggiungere sempre il giusto compromesso.

Cosa si può dire al termine del settimo stage stagionale?

Ho visto i protagonisti sereni e col sorriso sulle labbra, segno che nonostante tutto sono stati bene. Si sono impegnati nel correggere quelle cose che di volta in volta andavo a segnalare, sempre con l’approvazione dei loro allenatori.

Forse erano particolarmente motivati questa volta…

Chi più, chi meno, ha dato il massimo, complice anche la presenza di Rossella Scardigno, tecnico della nazionale. Lei mi è sembrata contenta, facendomi capire che ci sono delle buone basi per sviluppare ulteriori esercitazioni con i convocati.

Cosa hai detto ai tecnici presenti?

Di continuare a lavorare con la stessa intensità perché c’è tanta passione e in futuro potrebbero togliersi tante soddisfazioni.

Meglio di così non poteva andare!

Dopo giornate di questo tipo ritorno a casa col sorriso perché ce l’abbiamo fatta nel migliore dei modi. La nostra è una bellissima squadra fatta di seri professionisti che hanno come unico obiettivo quello di fare bene e dare nuovi stimoli, indicazioni e proposte sempre diverse in modo che si faccia intendere che nulla è frutto dell’improvvisazione.

Qualcosa che ti ha colpita in particolar modo?

Il vedere sempre più allenatori, dirigenti e genitori che cercano il colloquio con le due nuove figure, Micaela e Marco. Ero sicura che partendo con queste novità i risultati sarebbero arrivati. E di questo ringrazio il Comitato Fitet Sardegna che mi ha dato la possibilità di portarle avanti. Ringrazio tantissimo i membri del mio staff, i tecnici Stefano Curcio (Marcozzi), Alessandro Poma (Tennistavolo Sassari) e gli sparring nigeriani dello Sporting Lanusei e Tennistavolo Sassari, che hanno dato il loro apporto affinché tutto andasse per il meglio.

Torneo Giovanile/Veterani di Lanusei: in luce TT Guspini e Muravera TT; tra gli “anziani” svetta Marco Saiu

Seconda tappa consecutiva a Lanusei per il binomio giovanili/veterani, resasi necessaria dopo il disguido organizzativo capitato in casa Muraverese. Nonostante l’emergenza creatasi per l’avvicendamento da farsi in tempi ristretti, la società Sporting Lanusei, presieduta dal disponibilissimo Maurizio Cuboni, è riuscita ad allestire con perfetto tempismo il campo gara.

Dopo una domenica vissuta a tempo pieno ma anche con grande divertimento, il Palazzetto dello Sport di Lixius ha maturato i suoi verdetti. A gioire più degli altri sono stati i sodalizi del TT Guspini e del Muravera TT che sono saliti per due volte sul podio più alto. Nel primo caso i fratelli Manuel e Luca Broccia si mettono in luce nei Giovanissimi e Ragazzi maschili. Il team del presidente Luciano Saiu ha invece sbaragliato negli Juniores femminili e maschili, rispettivamente con Sara Congiu e Nicola Macis. La società di casa brinda per il successo negli Allievi maschile di Elia Licciardi, mentre il Tennistavolo Sassari va sempre più fiero delle performance regalate da Laura Alba Pinna nei Giovanissimi Femminile.

Nella parentesi pomeridiana dedicata ai veterani, è Marco Saiu del Decimomannu, a prevalere sugli atleti locali Fabrizio Licciardi e Maurizio Cuboni.

Giovanissimi Femminile

Partecipano in otto e, considerata l’assenza di Eva Mattana della Muraverese, la favoritissima Laura Alba Pinna (Tennistavolo Sassari) va forte come un Frecciarossa aggiudicandosi tutte e sette le partite del girone. Secondo posto per Letizia Pusceddu (Torrellas Capoterra), seguita dalla sua compagna di club Sara Floris, Giorgia Ardu (La Saetta Quartu) e Gaia Fa (Muravera TT).

[foto id=”295474″]

Giovanissimi Maschile

Stesso numero di gareggianti dell’omologo concentramento al femminile. È il vincitore Luca Broccia che fa l’en plein, resistendo pure agli attacchi di Zemgus Lai (Marcozzi), che lo tiene sulle spine fino al quinto set. Ma la piazza d’onore è appannaggio del fratello Varis Lai che, nello scontro in famiglia, prevale nettamente su Zemgus. Sale sul podio anche Simone Cocco della Muraverese

Ragazzi Maschile

Concentramento più popoloso con nove presenze. A Manuel Broccia del TT Guspini la cittadina ogliastrina porta fortuna, perché riesce a ripetersi a distanza di due mesi, precedendo come l’altra volta il beniamino di casa Emanuele Cuboni, che in finale resiste fino al quinto set.

Nella finalina Christian Liscia del TT Guspini domina su Jacopo Pusceddu (Torrellas Capoterra).

[foto id=”295477″]

Ragazzi Femminile

Francesca Seu è l’unica partecipante e meno male che il giorno prima è stata messa sotto torchio da Rossella Scardigno e Marco Pintus.

Allievi Maschile

Elia Licciardi dello Sporting Lanusei fa tre su tre, visto che si era già imposto sia a Sassari a novembre, sia nella sua terra natia prima di Natale. Realizza sette vittorie su sette nel girone unico, lasciando appena un set a Nicolò Carta del TT Guspini che sale sul podio come terzo, preceduto dal saettino Mattia Pala. Quarta posizione per Dzintars Lai della Marcozzi.

[foto id=”295473″]

Allievi Femminile

Anche qui reparto sguarnito, con la sola Rossana Ferciug che compare tra le iscritte ma è costretta a girarsi i pollici.

Juniores Femminile

Tutto si riduce a una sfida tra Muravera TT e La Saetta Quartu S. Elena. Da una parte Sara Congiu, Michela Mura, Serena Anedda; dall’altra le sorelle Marta e Chiara Cottiglia. L’ordine dei nomi non è casuale perché rispecchia la classifica finale con Sara che scaccia l’insidia della compagna Michela dopo una gara vibrante conclusasi al quinto set. Le altre nove sfide in cartello non presentano particolari sorprese.

[foto id=”295475″]

Juniores Maschile

Assente il favorito Francesco Broccia, vincitore delle due precedenti tappe, il girone unico di sei partecipanti premia la caparbietà di Nicola Macis (Muravera TT), abile nel contenere un Marco Cocco (Muraverese) che viene sconfitto 11-9 al quinto. Dietro i due primattori si mettono in evidenza Marco Loi e Riccardo Buccarella (La Saetta).

[foto id=”295476″]

Veterani

È direttamente il vincitore Marco Saiu (TT Decimomannu) a raccontare l’evolversi del torneo che ha visto in tutto nove giocatori iscritti distribuiti in quattro società.

Dietro il fresco papà di Siliqua si piazzano Celestino Pusceddu (Torrellas Capoterra) e i due lanuseini Fabrizio Licciardi e Maurizio Cuboni.

La bella atmosfera che si respirava nel pala Lixius di Lanusei – narra Marco Saiu – era tipica dei tornei giovanili ai quali, ahimè, partecipavo ben 25 anni fa, anche se a dire il vero all’epoca c’era molta più presenza. Al giovanile seguiva il torneo veterani, con moltissime defezioni che lo rendevano meno spettacolare e interessante di quanto un torneo veterani poteva essere. Probabilmente dovute al fatto che su tre tornei veterani ben due erano organizzati nello stesso luogo, quando invece sarebbe bello poterli suddividere in varie piazze della Sardegna. Noi del Decimomannu ci presentavamo in due, con Paolo Soraggi che, non essendo tra le teste di serie, aveva il ruolo di mina vagante. Nel mio girone ho incontrato due giocatori che non hanno bisogno di presentazioni, entrambi del Lanusei: Ubaldo Franceschi, che riesco a battere non senza qualche titubanza iniziale, e Roberto Urpis, conosciutissimo ex seconda categoria con iniziative molto superiori alla media. Con lui riesco a portarmi avanti usando i miei colpi un po’ difficili da leggere inizialmente, ma da giocatore esperto capisce come reagire, mi prende il terzo set e sono fortunato a riuscire a chiudere nel quarto, conquistando le semifinali. Dopo un turno di attesa in cui Soraggi, qualificatosi ai quarti, perde contro Fabrizio Licciardi, con parecchie recriminazioni, una partita che ci avrebbe potuto portare a una semifinale di matrice totalmente decimese, per la gioia del nostro presidente Tomaso Fenu. Invece me la devo vedere con Licciardi, che ha esattamente il gioco adatto a mettermi sotto in quanto tira veloce e forte, senza farsi abbindolare dai giochini. Mi prende facilmente il primo set ma, nonostante fosse in vantaggio, perde il secondo: a quel punto si disunisce un minimo e io riesco a conquistarmi la finale. Dove trovo Celestino Pusceddu, stanchissimo dalla maratona in semifinale contro un Cuboni, dove recupera dal 2-0 sotto e vince in un bellissimo quinto set. La sua stanchezza mi ha permesso di impostare la partita sull’attesa e il contrattacco, e anche grazie al suo “crederci poco” riesco a chiudere in tre set. Sono contentissimo di essere riuscito a vincere il torneo anche davanti alla famigliola e non potevo certo non portare la pupa sul podio. Complimenti ancora agli organizzatori.

[foto id=”295478″]

Sospesi i campionati nazionali e regionali

Il Presidente Federale Renato Di Napoli, con propria deliberazione d’urgenza assunta in data 4 marzo 2020, ha disposto il rinvio di tutte le attività federali (nazionali e regionali) a squadre, previste nei calendari ufficiali, fino alla data del prossimo 15 marzo.

Pertanto le giornate dei campionati a squadre di tutte le serie nazionali, inizialmente previste dal 6 all’8 marzo 2020, saranno recuperate nel week end dal 3 al 5 aprile 2020 a porte chiuse. Di conseguenza è stato inoltre disposto che dal 4 al 5 aprile 2020 non sarà possibile organizzare l’attività individuale regionale programmata.

Il Comitato Fitet Sardegna ha già diramato una comunicazione con la quale ha deciso che le gare di campionato a squadre (C2 – D1 –D2), previste tra il 7 e l’8 marzo 2020, saranno recuperate nel fine settimana del 4 e 5 aprile 2020, sempre a porte chiuse.