Coronavirus, una app permetterà di tracciare quarantene e spostamenti.

Sono 26127 gli arrivi nell’isola dall’inizio dell’emergenza. Grazie a un app sarà possibile fare una mappatura comune per comune e raggiungere le abitazioni dei soggetti interessati da isolamenti fiduciari e quarantene.

Alla base di tutto una piattaforma, che contiene i dati di tutti i soggetti, grazie alla quale poter tenere sotto osservazione gli spostamenti. La piattaforma è già operativa da quando è in vigore il blocco del traffico marittimo e aereo di passeggeri.

Il Presidente della Regione Sardegna lo annuncia in videoconferenza stampa come “lo schema delle tre T: Testare, tracciare e trattare”. Si inizierà a eseguire i tamponi all’interno delle strutture sanitarie per poi passare a controllare gli isolamenti fiduciari. L’obiettivo è evitare che questi ultimi abbiano contatto con i propri familiari. Per realizzarlo il Presidente pensa a ospedali dimessi o alberghi nei quali far stare gli isolamenti fiduciari durante i 14 giorni imposti.

“La direzione generale della Protezione civile ha ricevuto mandato – dichiara il Presidente Solinas – di procedere all’acquisto di ciò che serve ai medici per lavorare in sicurezza”.

I primi ordini di dispositivi di protezione individuale e di attrezzature mediche indispensabili come i respiratori sono stati fatti. Dalla Regione auspicano il supermento delle criticità denunciate su questo fronte.