Coronavirus, risalgono i positivi: 4.492 in più. 662 morti e 999 guariti

Coronavirus: 8.165 vittime, 662 in piu’ di ieri – Sono 8.165 i morti in Italia a causa del Coronavirus, con un aumento rispetto a ieri di 662. Mercoledi’ l’aumento era stato di 683. Il dato e’ stato reso noto dalla Protezione Civile.

Coronavirus: 62mila malati, 4.492 piu’ di ieri – Sono complessivamente 62.013 i malati di Coronavirus in Italia, con un incremento rispetto a ieri di 4.492. Mercoledi’ l’incremento era stato di 3.491. Il numero complessivo dei contagiati – comprese le vittime e i guariti – ha raggiunto i 80.539. Il dato e’ stato fornito dalla Protezione Civile.

Coronavirus: 10.361 i guariti, 999 piu’ di ieri – Sono 10.361 le persone guarite in Italia dopo aver contratto il Coronavirus, 999 in piu’ di ieri. Il dato e’ stato reso noto dalla Protezione Civile nel corso della conferenza stampa alla quale anche oggi non e’ presente Angelo Borrelli, a causa di uno stato febbrile. Ieri l’aumento dei guariti era stato di 1.036.

Coronavirus: P.Civile,dalle 20 aperto bando infermieri – “Da oggi alle 20 e’ aperto online l’appello per reclutare infermieri, all’indirizzo infermieripercovid.protezionecivile.it. Nei prossimi giorni speriamo di aggiungere un numero importante di infermieri per dare respiro ai colleghi sui territori”. Lo ha detto il vicecapo della Protezione civile Agostino Miozzo in conferenza stampa.

Nel dettaglio: i casi attualmente positivi sono 22.189 in Lombardia, 8.850 in Emilia-Romagna, 6.140 in Veneto, 5.950 in Piemonte, 2.795 nelle Marche, 2.973 in Toscana, 2.027 in Liguria, 1.835 nel Lazio, 1.169 in Campania, 1.094 nella Provincia autonoma di Trento, 1.095 in Puglia, 954 in Friuli Venezia Giulia, 791 nella Provincia autonoma di Bolzano, 1.095 in Sicilia, 860 in Abruzzo, 770 in Umbria, 378 in Valle d’Aosta, 462 in Sardegna, 372 in Calabria, 133 in Basilicata e 81 in Molise.

Sono 10.361 le persone guarite. I deceduti sono 8.165, ma questo numero potrà essere confermato solo dopo che l’Istituto Superiore di Sanità avrà stabilito la causa effettiva del decesso.