Coronavirus: l’Italia c’è. Un nuovo modo di comunicare. Appuntamento alle 20 di domani.

Di Sarno ( Somma Vesuviana) : “Invito tutti domani sera alle ore 20 ad affacciarsi al balcone e far sentire forte il loro calore agli operatori sanitari che stanno dando la vita. Bambini, ragazzi esponete vostri disegni e pensieri” .

Laderchi (sindaco di Atrani): “Ad Atrani abbiamo creato l’app MyAtrani”.

Mansi (sindaco di Scala): “A Scala bambini e ragazzi stanno colorando Scala con disegni esposti da balconi e finestre. Con l’Avis abbiamo avviato anche una raccolta di sangue per gli ospedali. Scala museo a cielo aperto”.

advertisement

Gaudioso (Barano D’Ischia): “Il Centro Operativo Comunale si è dotato di un’apposita pagina Facebook”.

Capasso (sindaco di Ottaviano): “Abbiamo creato un app alert per informare costantemente la popolazione”.

“L’appello è quello ad un grande flashmob. Invito tutti i cittadini di Somma Vesuviana ad affacciarsi domani, Sabato 14 Marzo, alle ore 20  al balcone e alle finestre, cantare l’Inno Nazionale e a fare un applauso vero, forte, reale, che giunga a tutti gli operatori sanitari che in Italia stanno veramente rischiando la loro vita per salvare quella dei cittadini. A tutti i bambini e ragazzi di Somma Vesuviana che facciano dei disegni e li espongano ai loro balconi o finestre. E’ il momento della creatività, è il momento di trasformare le nostre città in Musei della Vita”. Lo ha affermato il sindaco di Somma Vesuviana, Salvatore Di Sarno.

“Anche oggi è proseguita l’opera di sanificazione delle strade – ha continuato Di Sarno – in città. Oggi c’è stata la prima consegna di 500 mascherine ad opera della Fondazione “Angelo Pentella”. Lunedì ci consegneranno altre 500 mascherine. Abbiamo attivato Alert System, servizio di informazione telefonica con il quale a Somma Vesuviana comunichiamo notizie riguardanti eventuali rischi di allerta meteo, sospensione di servizi, interruzioni strade, chiusure scuole, ed in questo caso di notizie in merito ai comportamenti da adottare per limitare il coronavirus. Per telefono uno per uno sto spiegando a tutti i miei cittadini come devono comportarsi. Con la mia voce pre-registrata abbiamo inviato il messaggio direttamente al numero telefonico indicato: i numeri fissi presenti in elenchi pubblici sono stati già acquisiti. E’ un servizio essenziale per raggiungere gli anziani”.

In Costiera Amalfitana

Ad Atrani l’App MyAtrani.

“Abbiamo un’app – ha affermato il sindaco di Atrani, Luciano De Rosa Laderchi – con la quale comunichiamo con cittadini, oltre al tradizionale sito del Comune ed i mezzi tradizionali. L’App si chiama MyAtrani e si scarica da Play Storie. Stiamo informando anche su tutti i servizi oltre che comunicare i contenuti dei vari provvedimenti”.

A Scala iniziativa contest. I bambini dalle loro case colorano Scala. La città diventerà così un museo. Disegni, scritti, colori ai balconi.

“Abbiamo attivato da subito attività di aiuto agli anziani e fasce deboli con consegna a domicilio dei medicinali, abbiamo sanificato le vie comunali, abbiano divulgato informazioni e raccomandazioni sul rispetto delle norme di sicurezza ed in più abbiano lanciato un’iniziativa – contest rivolta ai nostri bambini, invitandoli a ” colorare Scala” attraverso disegni, palloncini e nastri colorati da apporre sulle facciate, sui portoni e alle finestre.  Il Comune di Scala all’ indomani del Decreto “Resto a casa”, ha da subito iniziato una battente comunicazione attraverso i propri canali – ha dichiarato Luigi Mansi, sindaco di Scala – sito istituzionale e profilo fb ufficiale. I cittadini sono continuamente aggiornati sulla situazione nazionale e su quella del comune. In ultimo abbiamo organizzato con l’AVIS una raccolta di sangue straordinaria per andare incontro all’ emergenza ospedaliera. Inoltre quotidianamente la Polizia Municipale effettua i controlli a garanzia del rispetto delle misure restrittive imposte dal Governo. Insomma, stiamo cercando di tenere informata la popolazione coinvolgendola il più possibile, pur rimando a casa. Garantendo la presenza costante per infondere sicurezza e tranquillità”.

Da Barano D’Ischia.

“A fronte dell’emergenza Coronavirus, il Comune di Barano d’Ischia ha prontamente attivato il Centro Operativo Comunale (C.O.C.), avente funzioni di coordinamento, informazione ed assistenza alla popolazione. Abbiamo istituito due numeri telefonici dedicati: il primo per dare informazioni alla Cittadinanza e risolvere eventuali dubbi – ha dichiarato Dionigi Gaudioso, sindaco di Barano   il secondo per la ricezione delle dichiarazioni di “autoquarantena” da parte di chi ha fatto rientro nel nostro Comune e proviene dalle aree a rischio.

Il C.O.C. si è dotato anche di una propria pagina Facebook, attraverso cui vengono divulgati i provvedimenti normativi e le regole di comportamento a cui tutti noi dobbiamo attenerci. Anche sul sito istituzionale del Comune è presente una sezione “Emergenza Coronavirus”, in cui è possibile reperire normative e modulistica. Lunedì, poi, l’ASL effettuerà un intervento straordinario di igienizzazione e sanificazione delle strade comunali”.

Ad Ottaviano in provincia di Napoli

“Popolazione avvisata ed informata attraverso un’app che abbiamo attivato – ha dichiarato Luca Capasso, sindaco di Ottaviano – attraverso Facebook, tramite sito tradizionale. Principalmente però attraverso un’app di Alert che abbiamo creato”.