Coronavirus; Fiorito (Uilm): “Inopportuna Cigo in Lottomatica per 1500 lavoratori. Azienda ha utili importanti”

“Siamo consapevoli del momento di grave difficoltà che le aziende italiane stanno attraversando in questa situazione di emergenza ma riteniamo assolutamente inopportuna e ingiustificata che Lottomatica ricorra anche essa alla cigo essendo un azienda che presenta da tempo bilanci stellari e distribuzione di utili importanti”. Lo dichiara Fabrizio Fiorito, Segretario Generale Uilm Roma e Provincia e Coordinatore nazionale Uilm del Gruppo Lottomatica

“Nelle settimane scorse – continua Fiorito – i vertici di Lottomatica hanno dichiarato pubblicamente ricavi per miliardi di dollari e liquidità di cassa al 31 dicembre 2019 per oltre mezzo miliardo di dollari”.

“Altre aziende dalle stesse potenzialità economiche – sottolinea – stanno tutelando i propri dipendenti mettendo sul tavolo risorse economiche o altri strumenti che non vadano a intaccare le retribuzioni come Ferrari o Rana per citare alcuni esempi. Lottomatica invece con la cigo porterà al dimezzamento delle retribuzioni dei suoi dipendenti”.

“Come Uilm – prosegue – abbiamo chiesto all’azienda di recedere dalla richiesta mettendo in campo altri strumenti come l’utilizzo delle ferie e Par pregresse così come prevede anche il protocollo sulla sicurezza firmato tra Governo, sindacati e parti datoriali, oltre ai decreti emanati nei giorni scorsi”.

“Se un sacrificio si dovrà fare – aggiunge – che avvenga anche per le altre categorie come i dirigenti. Inoltre come Uilm abbiamo sottolineato che l’ingiustificato accesso alla cigo va a sottrarre risorse ancora limitate che sarebbero utili ad altre aziende che non hanno la potenzialità economica di Lottomatica”.

“Ci auspichiamo – conclude – che Lottomatica riveda la sua decisione e cogli  l’opportunità di dimostrare gratitudine ai propri dipendenti che hanno contribuito non poco ai successi ottenuti dal Gruppo”.