Coronavirus: concetti illuminanti quelli espressi su Facebook dalla sindaca di Luras

 

Da parte dei cittadini, evidentemente, si ignorano le conseguenze e non si tiene conto, soprattutto, delle disposizioni contenute nel Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri.

Innanzi tutto riflettiamo sul fatto che i cittadini hanno il dovere di rispettarle e gli operatori commerciali di qualsiasi genere, hanno l’obbligo di applicarle nei confronti di chi frequenta il loco locale. Questi ultimi, tra l’altro, dovrebbero ricordare che oltre ad incorrere in gravi sanzioni penali, in caso di violazione sono sanzionati anche  con la sospensione dell’attività.

advertisement

&&&

Ora ne dico un’altra:
E non parlo solo per Luras

Leggo di segnalazioni che i ragazzi – studenti sono assembrati fuori a gruppi , dediti al cazzeggio incosciente

Leggo che la gente è in giro nei mercati come se niente fosse

Leggo di insegnanti che chiedono di andare a portare i quaderni a scuola per controllare i compiti, a scuole chiuse

Sento i baristi che non riescono a far capire il concetto del distanziamento e la gente che in modo sfidante …. chiede di non badare al centimetro…

So di essere impopolare e me ne importa ben poco!

A noi Sindaci è dato il compito di:
– controllare il territorio comunale con ogni mezzo, collegati con le Forze dell’Ordine , la Polizia Municipale e ogni altro organo di controllo;

– individuare chi ha l’OBBLIGO della QUARANTENA e ricordo, retroattiva fino al 24 febbraio e denunciare se vediamo chi NON la rispetta!

-controllare i locali pubblici: chi NON osserva gli OBBLIGHI, rischia la chiusura del locale.

Io , anche personalmente come faccio da giorni, lo segnalerò.

Nessuno si senta offeso: la salute di tutti e’ molto ma molto più importante !

A Luras, SPONTANEAMENTE, chiudono 3 BAR.
Per proteggere gli altri
Per proteggere se stessi
Per proteggere chi lavora
Per proteggere NOI
Non riuscendo ad applicare il DISTANZIAMENTO.
Che dire?
GRAZIE 🙏
Agli altri: rispetto di orari e REGOLE.
Saremo vigili sulla indisciplina di pochi clienti … che possono far danno a tutti.