Coronavirus. Pais:”Solidarietà all’assessore Nieddu, potenziata l’Unità di crisi locale”

“L’Assessore Nieddu – prosegue il Presidente Pais – unitamente al Presidente Solinas, alla Giunta regionale ed alla Protezione Civile, sta affrontando con caparbietà, e senza sosta, questa drammatica situazione dettata dall’emergenza pandemica del Coronavirus, che senza precedenti sta colpendo la nostra isola”.

“La situazione più importante si presenta nel nord Sardegna, dove si registra il dato di 253 casi di positivi al Covid-19, sebbene il personale medico, infermieristico, OSS e ausiliari, stia dando il massimo e a loro va tutto il mio ringraziamento a nome dei sardi”.

“Oggi si è tenuto un incontro a Sassari tra il Prefetto Maria Luisa D’Alessandro, l’Assessore Mario Nieddu, il Generale Antonio Battistini ed il Generale della Brigata Sassari Andrea Di Stasio – sottolinea il Presidente Pais – per fornire tutto il supporto necessario ad affrontare l’emergenza nel territorio del nordovest Sardegna, a dimostrazione che l’operato della Giunta regionale guidata da Christian Solinas si sta adoperando al meglio per affrontare l’emergenza legata al Covid-19. Nel frattempo si stanno reperendo e distribuendo il maggior numero di DPI (dispositivi di protezione individuale) a tutela degli operatori sanitari e dei tamponi necessari per effettuare uno screening ad ampio spettro, nonché potenziare le misure di sicurezza per tutelare la salute di operatori e pazienti”.

“Per fronteggiare la situazione – continua Pais –  è stata potenziata l’Unità di Crisi Locale, integrata con nuove figure, in previsione della realizzazione dell’ospedale Covid+ nella città di Sassari, individuato nella Struttura Casa di Cura Policlinico Sassarese e si sta lavorando perché  sia pronto e operativo già da questa settimana.

“Le istituzioni regionali ce la stanno mettendo tutta – conclude il Presidente del Consiglio Regionale – e, soprattutto in questo momento, faccio un appello all’unità di tutte le forze politiche, sociali, economiche e a tutti i Sindaci della Sardegna, affinché si collabori congiuntamente nella sfida e battaglia comune contro il Coronavirus, nell’esclusivo interesse della salute di tutto il Popolo Sardo”.