Turismo. Ingenito: “Bed & Breakfast in crescita dell’82% negli ultimi 2 anni”

Rossi (Direttore Marketing ENIT): "Per il 2020 prevediamo una crescita del turismo italiano del 3%. Costiera Amalfitana al di sopra della media nazionale".

“Per il 2020 prevediamo per il turismo italiano una crescita del 3%. Saranno ben 480 gli eventi nel mondo, per promuovere l’Italia all’estero. Gli operatori turistici internazionali ci dicono che c’è tanta voglia di Italia e questa voglia aumenta. Sarà l’anno del turismo culturale, basato sulla valorizzazione del Patrimonio Naturalistico. Si andrà dal Centenario Enit a Raffaello, Fellini, poi ancora il Connecting Minds, il Creating The Future, il Giro D’Italia 2020, il World Routes Milano, il GTA Convention di Milano, ma avremo anche gli Stati Generali della Montagna: verso le Olimpiadi, la Festa della Repubblica con la Settimana della Cucina Italiana in coordinamento con il MAECI, avremo l’Educational ed eventi di rilievo sul segmento del Turismo del Lusso, ma avremo i Borghi con il Festival dei Borghi. Presenteremo al MONDO l’Italia, Paese unico che amiamo ed in grado di mettere insieme davvero tutto: beni culturali, mare, paesaggi, borghi, arte, tradizioni, cucina, biodiversità. Sarà l’Italia nel MONDO con Enit in 40 fiere anche per attirare mercati nuovi. La Costiera Amalfitana cresce sopra la media nazionale”. Lo ha annunciato, in Costiera Amalfitana, Maria Elena Rossi direttore Marketing e Promozione ENIT, a margine dell’ENIT meets Authentic Amalfi Coast a Maiori, presenti ben 19 rappresentanti di 19 sedi di ENIT nel Mondo e conclusosi oggi in Costiera Amalfitana.

“In Campania Bed & Breakfast in crescita dell’82% negli ultimi 2 anni. La sola città di Napoli, negli ultimi 3 anni ha fatto registrare ben 8700 annunci – ha dichiarato Agostino Ingenito, Presidente dell’Associazione Bed & Breakfast ed Affittacamere della Campania – e va ancora meglio in altre aree come Costiera e Penisola Sorrentina e sono sempre di più i cittadini che mettono a disposizione il loro patrimonio abitativo”.

In Costiera avanti l’autenticità e sostenibilità

“La Costiera conosce trend positivi di crescita e penso che anche nel 2020 registreremo numeri importanti. Ora dobbiamo cercare di equilibrare questi trend e puntare anche alla crescita dell’area interna, Authentic Amalfi Coast vuole fare anche questo. In Costiera Amalfitana un evento davvero raro: abbiamo portato ben 19 rappresentanti di ENIT nel mondo per metterli a confronto con i campioni dell’ospitalità in Costiera. E’ un confronto importante perché offre l’opportunità di conoscere i trend – ha dichiarato Andrea Ferraioli, Presidente del Distretto Turistico della Costiera Amalfitana – i mercati esteri per pianificare la nostra promozione turistica per i prossimi anni, magari proprio con ENIT.Abbiamo avuto la possibilità di far conoscere le qualità della Costiera a coloro i quali sono gli ambasciatori dell’Italia nel Mondo. Sta procedendo anche il progetto Authentic Amalfi Coast ed oggi è stato proprio un momento di condivisione di tale nuovo percorso che stiamo facendo in Costiera. Un progetto che si basa su principi importanti per lo sviluppo del territorio come tutte le iniziative legate alla sostenibilità. Principi che fanno parte della visione futura che abbiamo della Costiera”.

Dunque Authentic Amalfi Coast.

“L’autenticità territoriale è già l’elemento di forza del nostro sistema di offerta, quello che serve è comprenderne ancora di più il valore – ha dichiarato Gennaro Pisacane, Presidente del Consorzio Amalfi di Qualità – e fare in modo che chi viene in Costiera possa avere un contatto con le nostre migliori risorse da un punto di vista umano e territoriale, vivere come noi momenti di grossa originalità e autenticità. Tutto questo richiede uno sforzo da parte di tutti, non solo da parte degli imprenditori ma anche da parte delle istituzioni”.

Passeggeri della Travelmar in forte aumento.

“Siamo passati dai 940.000 passeggeri del 2017 a ben 1.250.000 nel 2019. Le prospettive sono rosee – ha affermato Marcello Gambardella, CEO della Travelmar – e questi risultati ci incoraggiano a fare ancora meglio per il sistema di collegamenti in Costiera Amalfitana”.

Crescono le aree interne della Campania.

“Dal 2016 ad oggi abbiamo registrato una crescita virtuosa in Campania – ha dichiarato Corrado Matera, Assessore al Turismo della Regione Camania – ma c’è ancora il sommerso che andremo a contrastare. In questi anni abbiamo messo in campo una strategia meridiana, abbiamo parlato della trasversalità del turismo, cresce Napoli, crescono le grandi città ma crescono anche le aree interne della Campania”.

Ora deve crescere l’intero contesto del Sud Italia.

“La Costiera Amalfitana non ha bisogno di grandi promozioni ma semplicemente di scegliere la vocazione definitiva che vuole avere. Il problema è il resto del Sud Italia che ha bisogno di quello ha già di superfluo la Costiera. Il resto del Sud non se la passa nello stesso modo – ha dichiarato Michelangelo Lurgi, Presidente di Destinazione Sud, rete con ben 1200 soci – e non ha gli stessi clienti e le stesse possibilità che ha la Costiera Amalfitana e poche altre aree in Italia. Su questo si gioca la partita dello sviluppo del Sud”

Presenti all’ENIT meets Authentic Amalfi Coast: USA, Canada, Australia e Nuova Zelanda, Francia, Germania e Svizzera, Repubblica Russa e CSI, India, Giappone e Corea del Sud, Austria, Belgio e Lussemburgo, Ungheria, Argentina, Brasile e Spagna.

“E’ stato un evento importante – ha affermato Robert Piattelli, Presidente della BTO Educational – con ben 19 rappresentanti di Enit nel Mondo coordinati dal Direttore Marketing di Enit e li abbiamo messi a confronto con l’economia turistica di destinazione Costa D’Amalfi. Questa destinazione i nodi li ha ma si è parlato di grandi opportunità e della possibilità di instaurare un rapporto che dia vantaggi reciproci. Abbiamo messo insieme un mix di talenti: chi lavora all’estero con passione, con le loro storie e dall’altra un’imprenditoria molto attenta alla tenuta sostenibile del territorio”.