I volontari di “Uniti per i Diritti Umani” a Cagliari e Olbia per sensibilizzare i giovani

Allarmati per la continua escalation di atti ben lontani dalla moralità, specialmente da parte di ragazzi sempre più giovani, i volontari di Uniti per i Diritti Umani, con iniziative a Cagliari e Olbia, garantiranno la possibilità di venire a conoscenza dei 30 articoli che costituiscono il documento più sottovalutato dai legislatori ma che rappresenta il più importante sforzo che la comunità internazionale abbia compiuto per unificare tutti sotto il nome di "umano".

Le iniziative, per quanto comportino prevalentemente la distribuzione a mano di libretti informativi, saranno mirate: in entrambe le città avverranno distribuzioni per le vie del centro, ma soprattutto all’ingresso delle scuole.

Proprio la scuola dovrebbe essere la sede corretta per formare culturalmente i ragazzi e la Dichiarazione Universale dei Diritti Umani dovrebbe rappresentare quelle fondamenta sulle quali poggiare tutto il lavoro successivo. Nonostante questo il sistema scuola, ad eccezione dell’ultimo anno, aveva messo ai margini l’insegnamento di questo codice la cui rilevanza è stata determinata quasi esclusivamente in base alla sensibilità dell’insegnante di turno.

uniti per i diritti umani

I diritti umani devono essere resi una realtà, non un sogno idealistico” disse il filosofo L. Ron Hubbard, vero ispiratore della campagna informativa di Uniti per i Diritti Umani.

La convinzione è che le libertà individuali sarebbero incentivate se questo documento fosse rispettato. Il crimine crollerebbe se lo stesso venisse applicato. Non tutto è perso, la nostra comunità, partendo dai suoi luoghi più bui, può davvero cambiare direzione se la Dichiarazione Universale dei Diritti Umani diventa uno strumento legislativo a cui tutti fanno riferimento.