Giovedì 20 febbraio a Cagliari Lirio Abbate e Marco Tullio Giordana con “Il rosso & il nero”

Due personaggi indimenticabili e trent’anni di trame italiane. Un grande racconto da cui sarà tratto il nuovo film di Giordana

Dagli anni Ottanta ai tempi nostri, il racconto delle trame proibite della storia italiana ruota   attorno al più grande furto di informazioni mai tentato e a due personaggi opposti ma vicini. Tito, il rosso, è in carcere per l’omicidio di una nobildonna; Achille, il nero, è un terrorista di destra che non si rassegna alla piccola criminalità ma ha grandi ambizioni. Attorno a loro si muove, come in un meccanismo a orologeria, una serie di  personaggi indimenticabili: il misterioso Reclutatore, il potente prefetto Paciulli, la seducente Anka, l’efferato Maggiorino, il sinistro avvocato Piombo, l’orrendo Birro, la spregiudicata Thalia e un drappello di comprimari grandi e piccoli dei misteri nazionali. Con l’incontro fra Tito e  Achille, la diffidenza nei confronti del nemico diventerà un’amicizia di rara schiettezza in un contesto torbido, che ritrae impietosamente bassifondi e alte sfere: piani eversivi dei Servizi, traffici di bande criminali e malaffare di politici corrotti.

Raccontato con ritmo da noir e capace di scavare nella psicologia del nostro passato, questo grande affresco è opera di due maestri dell’arte di narrare l’Italia: il regista Marco Tullio Giordana e il giornalista d’inchiesta Lirio Abbate. Uno spaccato di storia che è parte di tutti noi.

LIRIO ABBATE è vicedirettore de «L’Espresso» e autore di reportage su corruzione e criminalità organizzata. Nel 2014 Reporters sans frontières lo ha inserito fra i «100 eroi dell’informazione». Con Peter Gomez ha scritto I complici (Fazi 2007), con Marco Lillo I re di Roma (Chiarelettere 2015). Con Rizzoli ha pubblicato Fimmine ribelli (2013) e La lista – Il ricatto alla Repubblica di Massimo Carminati (2017).

MARCO TULLIO GIORDANA regista e sceneggiatore, ha iniziato la sua carriera nel cinema negli anni Settanta, collaborando con Roberto Faenza per Forza Italia! e debuttando nel lungometraggio con Maledetti, vi amerò, primo premio a Locarno 1980. Tra i suoi film più noti Pasolini, un delitto italiano, I cento passi, premio per la migliore sceneggiatura alla Mostra di Venezia 1980, La meglio gioventù, premio un Certain Regard a Cannes 2003, e Romanzo di una strage, premio speciale della giuria a Karlovy Vary 2012.

____________

  • Prezzo di copertina 18 euro
  • Pagine 288
  • Anno 2019
  • Collana Narratori
  • Formato cartonato