A Ortueri il via a “Visioni di Sardegna”. Primo evento il 2 marzo

Il Circolo “Su Nuraghe” di Alessandria e l’Associazione Malik di Cagliari hanno organizzato con il comune di Ortueri (NU) un duplice appuntamento cinematografico.

Il primo avrà luogo il 2 marzo, il secondo il 16.

Le manifestazioni si inseriscono nell’ambito di “Visioni made in Sardegna”, la rassegna itinerante promossa dalla Fondazione Sardegna Film Commission che prevede la diffusione di ben 41 film, cortometraggi e documentari realizzati nell’isola e connessi a “Heroes 20.20.20.”, il progetto della Fondazione Sardegna Film Commission dedicato alla tutela dell’ambiente e alla diffusione di buone pratiche ecosostenibili. Oltre a questi lavori, nel programma di “Visioni made in Sardegna” figurano diversi lungometraggi come L’uomo che comprò la luna di Paolo Zucca, Ovunque proteggimi di Bonifacio Angius, La stoffa dei sogni di Gianfranco Cabiddu e Fiore Gemello di Laura Lucchetti, a cui si aggiungono i bellissimi cortometraggi di “Visioni Sarde“, protagonisti delle proiezioni di Ortueri.

Nata nel 2014 per promuovere e valorizzare il cinema sardo in tutto il mondo, la rassegna cinematografica “Visioni Sarde” è diventata sempre più grande, riuscendo a mantenere la sua vocazione di vetrina per il cinema di qualità prodotto in Sardegna e di scoperta di giovani talenti sardi, a cui è offerta l’occasione di raggiungere il più vasto pubblico nazionale e internazionale.

Bisogna quindi segnare in agenda due appuntamenti:

– lunedì 2 marzo, dalle ore 18.30 alle ore 19.20, saranno proiettati presso la Sala Consiliare di Ortueri Dans l’attente” di Chiara Porcheddu, “Eccomi – Flamingos” di Sergio Falchi, “Il nostro concerto” di Francesco Piras e “La notte di Cesare” di Sergio Scavio.

lunedì 16 marzo, dalle ore 18.30 alle ore 19.20, sempre in Sala Consiliare, è il turno di

Sonus” di Andrea Mura, “Spiritosanto – Holy spirit” di Michele Marchi, “The wash – la lavatrice” di Tomaso Mannoni e “Warlords” di Francesco Pirisi.


Ingresso libero e gratuito.