39sima edizione della Sartigliedda: quattro stelle e bellissime evoluzioni a cavallo.

In un caldo pomeriggio di febbraio, la Sartigliedda di Oristano, giunta alla 39sima edizione, ha emozionato con le sue discese e le sue evoluzioni i numerosi bambini presenti, che oggi vivono una giornata dedicata prevalentemente a loro.

Sulle orme degli adulti, anche quest’anno i piccoli cavalieri della Sartigliedda non mancano di stupire gli spettatori: quattro stelle e delle bellissime evoluzioni a cavallo in un caldo pomeriggio di febbraio, in cui Oristano si è riempita di bambini e di famiglie.

Apertasi con la vestizione sotto la Torre di Mariano II in piazza Roma, all’incessante rullare dei tamburini e accompagnata dallo squillo delle piccole trombe, la manifestazione di oggi conquista soprattutto i più piccoli, che hanno popolato le vie cittadine con maschere e coriandoli. Alcuni di loro hanno provato a montare i numerosi cavallini della giara presenti. In un clima più sereno e raccolto, si è composto il piccolo corteo, composto da pariglie con maschere di forgia spagnoleggiante accanto a quelle con il costume di Oristano. Molto particolare la pariglia de su Cumponidoreddu, con su Secundu e su Terzu vestiti con un manto con cappuccio nero e numerose le amazzoni, per un evento – giunto alla sua 39sima edizione – che interessa bambini e ragazzi dai 5 ai 17 anni, in sella ai piccoli cavallini della Giara di Gesturi.

sartigliedda 2020

Sebbene in apparenza e in confronto alla domenica, la città appaia svuotata, a ben vedere, quando ci si raduna in sa seu ‘e Santa Maria si riesce ad apprezzare, anche in questo lunedì di carnevale, una folla entusiasta e in delirio per i piccoli cavalieri. Fra le transenne, un clima di grande attesa e numerosi attraversamenti alla ricerca della posizione migliore, dalla quale poter far vedere ai propri figli la corsa alla stella dei piccoli.

sartigliedda 2020

Tante belle discese. Maddalena Pinna, Federica Pani, Simone Erdas e Manuel Ponga hanno portato a casa il risultato, prendendo la stella nella via del Duomo. Su Componidoreddu chiude la corsa con una esemplare remada, che lascia a bocca aperta turisti e locali.