Tennistavolo Norbello. Coppa Italia a Terni: tre le formazioni sarde

E’ la terza edizione dal suo ripristino. A Terni, dal 10 al 12 gennaio 2020 ritorna la Coppa Italia maschile e femminile e la Sardegna si presenta con il Tennistavolo Norbello (donne e uomini) e il Quattro Mori Cagliari.

Le formazioni in rosa hanno ottenuto il pass grazie alle posizioni ottenute alla fine del girone d’andata di A1. A loro, se il regolamento lo avesse permesso, si sarebbe dovuto aggiungere il Tennistavolo Norbello di A2 femminile, campione d’inverno nel suo girone.

Ci sarà invece il team maschile che ha chiuso al comando il girone B della A2.

[foto id=”293087″]

Si comincia alle 15 di venerdì dopo i sorteggi che suddivideranno le partecipanti delle due competizioni nei gironi dedicati a Roberto Giontella e a Edith Santifaller.

In ambito femminile il Quattro Mori arriverà in Umbria con Madalina Pauliuc, Rossana Ferciug e Mihaela Encea. Squadre un po’ rimaneggiate anche per il Tennistavolo Norbello. In ambito femminile sarà un mix di A1 e A2 (si può fare): ci sarà spazio per Giulia Cavalli, Gaia Smargiassi, Marialucia Di Meo. Tra gli uomini Lorenzo Ragni, Catalin Negrila, Francesco Calisto.

Al Palatennistavolo De Santis ovviamente si potranno ammirare le squadre più in forma del momento. Nel maschile Top Spin Messina Carrubamia, Aon Milano Sport, Apuania Carrara, A4 Verzuolo Tonoli-Scotta, Tennistavolo Genova Cervino, Circolo Prato 2010, Tennistavolo Reggio Emilia Ferval. Club femminili: Teco Corte Auto Cortemaggiore, Brunetti Castel Goffredo, Quattro Mori Cagliari, Polisportiva Bagnolese Panino LAB, Tennistavolo Torino, Alfiere di Romagna.

IL MEMORIAL GIOVANNI CUCCU DI MURAVERA GIUNGE ALLA TERZA EDIZIONE

[foto id=”293086″]

A Muravera si ricorda Giovanni Cuccu nella terza edizione del Memorial che Muravera TT e Fitet Sardegna hanno fatto coincidere con il Torneo regionale riservato ai 3^ e 4^ maschili e femminili. La palestra comunale di viale Rinascita riceverà gli atleti a partire dalle 9:00 di domenica 12 gennaio 2020.

Per il sodalizio presieduto da Luciano Saiu è un appuntamento molto sentito e di sicuro sarà contraddistinto dalla presenza di tanti amici del giovane pongista deceduto improvvisamente nell’aprile del 2017.

A LIGNANO SABBIADORO TUTTO FA ESPERIENZA: SENZA INFAMIA E SENZA LODE IL RENDIMENTO DELLA RAPPRESENTATIVA FITET SARDEGNA

Si sono messi in gioco con pari età, connazionali e stranieri, conoscendo ancora meglio stress e fatiche legate a manifestazioni concentrate in poco tempo, ma dalle giornate interminabili.

Sardegna 1 e Sardegna 2 under 12 hanno rappresentato la Fitet Regionale al Torneo Transalpino di Lignano Sabbiadoro (Udine) conseguendo rispettivamente la posizione n. 25 e 28 su un totale di 39 partecipanti.

Piazzamenti che forse potevano essere molto più bassi se i calcoli sulle teste di serie avessero rispettato con più raziocinio le vere potenzialità dei singoli. Aspetto che ha lasciato l’amaro in bocca al tecnico Francesca Saiu nel notare come i suoi giocatori si facessero scavalcare da formazioni nettamente inferiori.

[foto id=”293084″]

“Tutti gli stranieri iscritti – ha sottolineato il tecnico di Muravera – sono stati valutati più forti degli italiani; questo fatto ha penalizzato le nostre squadre, che nei gironi si sono ritrovate con squadre molto più competitive. Dal mio punto di vista, osservando il livello delle altre contendenti, Sardegna 1 poteva arrivare tranquillamente tra le prime quindici e Sardegna 2 non otre il venticinquesimo posto. In definitiva si sono concretizzati dei risultati non troppo veritieri”.

La prima squadra del comitato sardo era composta da Francesca Seu (Muravera TT) e Luca Broccia (TT Guspini). La piccola sarrabese ha svolto ottimamente il suo dovere: nella competizione a squadre le ha vinte tutte senza concedere alcun set agli avversari. E anche nel torneo individuale ha collezionato successi nel girone, fino ai quarti del tabellone quando però si è scontrata con Sofia Minurri (Puglia 1) che dopo averla sconfitta è approdata in finale (perdendola).

[foto id=”293083″]

Luca Broccia, a parte l’ultima partita con Abruzzo 1, non ha collezionato altri successi. Nel singolo maschile fa di meglio, passando il girone come secondo, imponendosi sullo svizzero Taddey. Supera poi un turno nell’eliminazione diretta, ma la gara che lo estromette definitivamente è stata la migliore, perché ha contrastato molto bene lo svizzero Levi Ulrich.

Sardegna 2 era invece animata da Laura Alba Pinna (Tennistavolo Sassari) e Zemgus Lai (Marcozzi Cagliari). I due nella competizione a squadra riescono ad arrivare alla finale del tabellone B, perdendola con Lombardia 3.

Zemgus è riuscito a battere, nella semifinale, il laziale Gabriele Bianchi, di gran lunga più avanti di lui in classifica. In precedenza, aveva collezionato altri tre successi personali, mentre tre è anche il numero di vittorie contate da Laura Alba Pinna.

Nell’individuale il marcozziano è stato sfortunato, capitando in un girone con atleti molto forti ma contro i quali ha dato il meglio di sé. Laura Alba passa il girone da seconda e poi, dopo aver superato un turno nel tabellone, viene estromessa da Vukelja Laeloo (Slovenia 1).

[foto id=”293081″]

“Di sicuro è un’esperienza molto formativa – continua Francesca Saiu – e spero che negli anni a venire venga ricordata in chiave positiva”.

Tra l’altro durante il breve soggiorno friulano sia Luca Broccia, sia Francesca Seu hanno festeggiato il compleanno con tanto di torte e candele consegnate in una sala refettorio oscurata per creare atmosfera e per sprigionare l’entusiasmo di tutti i presenti. E poi ha creato non poca soddisfazione l’estrema vicinanza tra la struttura alberghiera e la palestra.

A Ligano Sabbiadoro si sono tenuti vari incontri riservati agli allenatori: “Ho partecipato ad un seminario molto interessante – conclude il tecnico regionale – dedicato alla preparazione fisica applicata al tennistavolo; e modestamente devo ammettere che il nostro specialista Marco Pintus è perfettamente in linea con quello che ci hanno mostrato. Utile anche l’incontro tenuto da Joze Uhr. Infine, nel terzo giorno, ci è stato illustrato il nuovo progetto della federazione che sarà diffuso in tutte le regioni italiane”.

AL PALATENNISTAVOLO DI CAGLIARI VINCONO MELIS, MATTANA, PALA E MACIS

La suggestiva due giorni epifanica allestita dalla Marcozzi Cagliari nello storico tempio del pongismo isolano di via Crespellani ha richiamato oltre cento iscritti.

C’è stato tanto lavoro per il giudice di gara Nicola Mazzuzzi, coadiuvato nel primo giorno dagli AGA Daniele Vacca e Francesco Sanna. Silvia Deligia e Enzo Sanna sono stati i suoi validi aiuti lunedì 6 gennaio 2020. Quattro i verdetti scaturiti dalla manifestazione. Nel quinta categoria si registra l’affermazione di Gioele Melis (TT Guspini) e di Eva Mattana (Muraverese). Nel sesta prevale Mattia Pala (La Saetta) e, infine, nel misto giovanile 5^ e 6^ si impone Nicola Macis del Muravera TT.

5^ CATEGORIA MASCHILE

Dei cinquantasette iscritti ripartiti in ventidue società, la lista delle teste di serie dice che coloro che hanno più probabilità di vittoria sono Vito Moccia (San Orione Rosmarino Carbonia), Alessandro Polese (Azzurra Cagliari), Fabiano Peddis (TT Guspini) e Pierpaolo Mura (Tennistavolo Sassari). Nel verdetto conclusivo nessuno dei quattro compare tra i primi otto classificati. Si impone infatti il n. 20 (e classe 1999) Gioele Melis del TT Guspini: non appare un risultato a sorpresa perché già poco più di un anno fa, al suo ritorno tra le racchette dopo una pausa di riflessione, vinse un torneo di sesta categoria.

[foto id=”293080″]

“Ho deciso di partecipare al torneo di inizio anno per recuperare un po’ di forma – argomenta Gioele Melis – e cercare di aiutare di più i miei compagni di C1 nel girone di ritorno. Non pensavo di vincere dato che non partivo tra le primissime teste di serie, ma speravo di arrivare in fondo visti anche gli allenamenti fatti nel periodo delle vacanze. Nel girone ho battuto sia Celestino Pusceddu (Torrellas Capoterra), sia Pierluigi Scudino (Tennistavolo Sassari) per 3-0 e il simpatico Checco Mascia della Saetta Quartu per 3-1. Nel tabellone eliminatorio ho affrontato e battuto in sequenza Alessandro Mercenaro (La Saetta), Pierpaolo Mura, Mario Bordigoni (Muraverese), quindi in semifinale Pietro Pili (San Orione Rosmarino) e in finale (3-0) il sassarese/piemontese Samuel Paganotto (Libertas Ping Pong Monterosello). Sono contento e non mi aspettavo di perdere solo tre set in tutto il torneo, con nessuna partita persa. Come sempre ho incontrato bellissime persone e un ambiente quasi familiare. Mi sono divertito e ho passato una giornata gradevole grazie al tennis tavolo. Ho disputato belle partite e in generale un bel torneo. Infine, un grazie al TT Guspini per il supporto e i consigli che mi sono stati dati dai miei compagni e amici durante le varie fasi di gara”.

Il percorso di Samuel Paganotto verso la finale è stato contraddistinto dai successi su Francesco Fara (San Orione Rosmarino) al quinto set ai sedicesimi. Poi di seguito estromette Alessandro Faedda (Guilcier Ghilarza), Guido Lampis (Azzurra Cagliari) di nuovo al quinto e in semifinale Angelo Serri (San Orione Rosmarino). Tra i primi otto figurano Marco Lai (San Orione Rosmarino) e Carlo Carta (TT Oristano).

5^ CATEGORIA FEMMINILE

In questo caso, tra le dieci iscritte, la vincitrice Eva Mattana (classe 2009) della Muraverese parte come testa di serie n. 2. Supera in finale la favorita Delia Sanna (Saturnia Cagliari) di 61 anni più grande. Di seguito il commento di Riccardo Dessì, allenatore di Eva: “La mia atleta affronta la sua compagna di scuderia Letizia Porcu e Letizia Pusceddu (Torrellas Capoterra) con le quali vince agevolmente. In semifinale dovrebbe affrontare Silvana Santagati (Saturnia Cagliari) accreditata della testa di serie n°3; ma Marta Cottiglia (La Saetta Quartu) la sconfigge ai quarti. Tra Eva e la saettina non c’è praticamente storia e si arriva all’attesa finale con Delia Sanna, la n°1 del torneo, che in precedenza aveva eliminato Letizia Porcu. I primi due set si chiudono abbastanza in fretta grazie al servizio e taglio di Eva. Poi le chiedo di girarsi e tirare il top di dritto, spiegandole che il taglio è abbastanza liscio. Perde il terzo a causa di qualche errore di troppo ma al quarto ritrova il giusto equilibrio; si porta 9-5 ma un top sbagliato, un errore di servizio e una retina riportano Delia sotto 9-8. Un buon rovescio di Eva e un suo servizio sbagliato e si arriva sul 10-9: Quindi chiude l’incontro con un servizio vincente ottenendo un meritato primo posto”.

Tra le prime sei, figura anche Maria Laura Mura (Tennistavolo Sassari).

6^ CATEGORIA MASCHILE

In questo caso, il favorito Mattia Pala (La Saetta Quartu), rispetta i pronostici superando in finale la testa di serie n. 18 Gianfranco Soi (Tennistavolo Decimomannu). Il vincitore l’ha vista così: “Si arriva alle 9 con un lungo riscaldamento con il mio amico e compagno di squadra in campionato Francesco Murtas. Si inizia con i gironi. La prima partita la gioco con Oriano Pusceddu (Torrellas Capoterra). Primi due set vinti da me molto facilmente 11-5 e 11-8. Ultimo set lo stesso vinto da me ma con un po’ di difficoltà: 11-8. Poi affronto Gianfranco Soi, avversario molto ostico a cui riesco a strappare un buon 3-1. Dopo un bel po’ di tempo si inizia il tabellone. Gli ottavi li gioco con Sandro Picciau (TT Monserrato), anche lui un avversario fastidioso tatticamente; match vinto da me 3-0: devo dire che ho giocato veramente bene questa partita e sono contento. Ai quarti me la devo vedere con Nicola Macis (Muravera TT), anche lui avversario tosto con cui vinco 3-0. Devo fare i complimenti a Nico per la grande voglia di fare bene: mi ha messo parecchio in difficoltà con dei top molto belli. Duro Nico! In semifinale, dall’altra parte della retina, mi aspetta Giuseppe Curreli. Primo set molto sofferto vinto da lui. Dopo mi sono dato una svegliata, riuscendo a rimontare: vinco 3-1. Finalmente gioco la finale! Mi aspetta di nuovo il mio avversario in girone Gianfranco; riesco a cavarmela soprattutto negli ultimi due set e riuscire a vincere la partita: finalmente! Sono molto contento del risultato che son riuscito a portare a casa; un po’ di rimpianto ce l’ho per i sedicesimi del quinta dove ho perso 3-1 con Carlo Carta, però va bene così: sarà un’altra volta. Un ringraziamento speciale va ad Andrea Perna che mi ha riscaldato con la sua mano “debole” per tutta la durata del torneo. Auguro a tutti un buon 2020 pieno di spigoli e retine. Viva il tennistavolo! Si bieusu a sa prossima”.

[foto id=”293079″]

L’ascesa alla finale di Soi è contraddistinta dai successi in tabellone su Lorenzo Salaris (TT Oristano), Antonio Cingolani (Torrellas Capoterra), Romano Monni (La Saetta), Nicolò Carta (TT Guspini). Approdano ai quarti Andrea Decroce (Tennistavolo Decimomannu) e Giuseppe Curreli (Cagliari TT).

5^ e 6^ CATEGORIA MISTO GIOVANILE

Un’idea per tenere in fermento le giovani leve del panorama regionale. Ventuno gli iscritti appartenenti a cinque società.

Vince Nicola Macis (Muravera TT) che in finale si aggiudica il derby contro la sua compagna di scuderia e testa di serie n.1 Alessandra Stori. Il vincitore vuol partire dalla delusione del torneo precedente: “il sesta non è andato come si sperava – dice Macis – perché si puntava al podio, ma questo non è arrivato. Dopo aver vinto il girone e aver passato anche gli ottavi di finale abbastanza tranquillamente, nei quarti sono stato bloccato da Mattia Pala che poi ha vinto il torneo. Nel torneo della sera, non con molta grinta, vinco il girone e passo ottavi e quarti con facilità nei confronti di Nicola Huang (La Saetta) e Oriano Pusceddu (Torrellas Capoterra). In semifinale sfido nuovamente Mattia e con i consigli del mio coach Nicola Pisanu sono riuscito a batterlo 3-0. Ciò mi ha reso molto felice ma allo stesso tempo stanco. In finale incontro la mia compagna di squadra Alessandra Stori. Sono entrato in campo sapendo cosa le avrebbe dato fastidio grazie alle partite che facciamo in allenamento. Dopo aver vinto i primi due set, nel terzo, convinto che ormai la partita era ormai finita, mi sono rilassato e questo mi ha portato a perderlo. Nel quarto mi sono riconcentrato, riuscendo a vincere la partita”.

Alessandra ha invece eliminato i seguenti avversari: Jacopo Pusceddu (Torrellas Capoterra), e Dzintars Lai (Marcozzi Cagliari). Acchiappano i quarti pure Samuele Raggiu (Santa Tecla Nulvi) e Varis Lai (Marcozzi)

SERIE C VETERANI: VERSO LE SEMIFINALI

Sabato 11 gennaio 20120 si terranno gli ultimi concentramenti che decreteranno la griglia delle semifinali per l’aggiudicazione della serie C e l’ottenimento del pass per i play off nazionali.

A Sassari la Libertas Ping-Pong Monterosello ospiterà le sei contendenti nella palestra di Corso Cossiga, tra cui l’Alghero che sta comandando la classifica a punteggio pieno

A Paulilatino (Palestra Scuole medie – via Nazionale) si gioca il concentramento del girone B che vede al comando il duo Guilcier Ghilarza e il TT Oristano Iridata. Organizza la società locale presieduta da Pasqualino Putzolu.

Si scende ancora più giù per andare a Guspini, dove nel palazzetto dello Sport n. 2 (ingresso Asse mediano) si assisterà, tra gli altri, al duello tra le capolista Guspini A e San Orione Rosmarino B per l’aggiudicazione della prima piazza.

Infine, appuntamento anche a Capoterra (organizzazione Torrellas, scuole via Lamarmora, 68) per il girone D dove il Santa Tecla Nulvi B appare la squadra da battere e non a caso si trova al comando.

Le prime squadre classificate di ciascun girone disputeranno, nella terza fase a concentramento prevista per sabato 28 marzo 2020, i Play-Off con incontri di semifinale e finali .