Sanità. Cuccu (M5S): “Tempo scaduto: i malati oncologici sardi hanno diritto a sanità efficiente”

Carla Cuccu, Movimento 5 Stelle: «Tempo scaduto: i malati oncologici sardi hanno diritto ad una sanità efficiente, non devono più aspettare. Questa è una situazione vergognosa».

Il governo della Regione brancola nel buio anche nel settore oncologico. Leggendo le decine di articoli che ogni giorno riempiono i quotidiani, è sempre più chiaro che si continua a potenziare la sanità “privata” a discapito di quella pubblica, ormai in fase di abbandono.

Un nuovo attacco della Consigliera M5S Carla Cuccu, segretaria della Commissione sanità, all’Assessore alla Salute Mario Nieddu, per non aver ancora razionalizzato le risorse umane dell’Azienda Ospedaliera Brotzu e garantito un’assistenza sanitaria di alto livello, come dovrebbe prevedere la riforma sanitaria regionale.

“Nessuna risposta ai numerosi atti finora presentati in Consiglio Regionale – spiega la pentastellata Cuccu – ulteriore conferma di quanto si continui a procedere prescindendo dalle reali esigenze dei territori.

In questi mesi, in cui ho lavorato in maniera continuativa portando avanti le esigenze dei cittadini sardi, ho personalmente denunciato le problematiche in cui versa anche l’ospedale oncologico Businco. Tanti i pazienti costretti a un calvario, soprattutto nei giorni in cui devono sottoporsi alla chemioterapia: carenza di personale e sovraffollamento sono le maggiori criticità che costringono ad interminabili ore di attesa, ulteriormente incrementate in questi giorni, al termine delle festività natalizie.

E’ scandaloso e non più accettabile che si ritardi l’erogazione di prestazioni sanitarie salva vita a pazienti già tanto defedati. Noi non resteremo in silenzio, non abbandoneremo nessun cittadino sardo, tantomeno un malato in attesa di cure, che soffre e che andrebbe accudito con attenzione e rispetto.