Politica. Concessioni demaniali marittime estese di 15 anni, festeggia la Lega: “Dalle parole ai fatti”

“L’avevamo promesso e ora è realtà”. E’ il primo commento dei consiglieri regionali della Lega Michele Ennas e Andrea Piras. “Finalmente possiamo dire di aver vinto una battaglia che la Lega ha combattuto schierata fin da subito al fianco degli operatori balneari della Sardegna”, dichiara Andrea Piras, “Abbiamo sempre espresso la nostra posizione rispetto alla Direttiva Bolkestein. Diverse regioni italiane si erano da tempo adoperate per dare applicazione di quanto previsto dalla legge finanziaria nazionale alla legge 30 dicembre 2018, n. 145 sull’estensione delle concessioni”.

“Il nostro partito considera doveroso questo provvedimento”, dichiara Michele Ennas, “ad Agosto la Lega ha portato in Consiglio Regionale una mozione che è stata approvata in aula, nonostante il tentativo della sinistra di non far approvare il documento, che impegnava la Giunta a impartire direttive ai Comuni per l’applicazione dei nuovi termini. In tanti casi” prosegue il consigliere regionale “le imprese balneari dell’Isola si sono viste negare l’accesso al credito a causa dell’incertezza che vigeva sulle scadenze”.

“Il nostro lavoro” concludono i consiglieri regionali “prosegue domani nella Commissione regionale urbanistica per concludere l’approvazione della legge proposta dalla LEGA che prevede la modifica dell’art. 22bis della Legge Urbanistica LR 45/1989 per consentire l’apertura tutto l’anno delle strutture balneari”.