M5S denuncia: “la maggioranza fa copia-incolla della nostra proposta di legge sulla celiachia”

“La nostra proposta di legge in favore dei celiaci è stata protocollata il 26 giugno scorso. In sette mesi abbiamo più volte sollecitato affinché venisse calendarizzata all’interno della Commissione competente, ma ciò non è mai avvenuto. Oggi scopriamo che sette mesi dopo, il 20 dicembre scorso, la maggioranza ha presentato una proposta di legge sulla celiachia identica alla nostra, tale e quale, un vero e proprio copia e incolla (compreso un piccolo refuso). Appare evidente che si tratta di una mossa scorretta e maldestra, un gioco politico al quale non vogliamo assolutamente prendere parte. Pertanto preferiamo e vogliamo considerarlo un attestato di stima con l’auspicio di poter presto lavorare assieme al testo di questa legge che migliorerà le condizioni di vita di migliaia di persone affette da celiachia”.

Questa la denuncia dei consiglieri regionali del M5S che stamattina hanno presentato alla stampa la proposta di legge (protocollata il 26 giugno scorso) “Contributo per l’acquisto dei prodotti senza glutine in favore dei soggetti affetti da malattia celiaca”.

“Il copia incolla del testo della nostra proposta di legge fatto dalla maggioranza (come potete notare dal documento di testo allegato a questo comunicato) è esemplare. Avremmo preferito poter leggere un testo diverso, originale, magari migliore, elaborato attraverso studi, idee e pareri diversi da quelli utilizzati da noi in modo da poter avviare un confronto costruttivo e poter migliorare ulteriormente la nostra proposta. Ma non è stato possibile. Ci accontenteremo di una fotocopia”.

“Tuttavia, vogliamo andare oltre questi giochetti e guardare il lato positivo, dal momento che questa azione evidenzia la genuinità della nostra proposta legislativa e la riconosciuta utilità dei provvedimenti che speriamo quindi vengano adottati al più presto dalla nostra Regione. D’altra parte, dobbiamo riconoscere che purtroppo si è trattato di un gioco politico al quale – ribadiscono i consiglieri – non abbiamo alcuna intenzione di partecipare”.

“Auspichiamo, vista anche la grande dimostrazione di stima ricevuta, che questa proposta di legge abbia un iter snello, così che possa approdare presto in Consiglio ed essere approvata al fine di  migliorare le condizioni di vita dei celiaci sardi. L’unica cosa che conta”.