Cagliari, rinviata l’udienza sul caso Nandez: si cerca un accordo extragiudiziale

La prima udienza nel processo per la violazione dei diritti d’immagine del giocatore del Cagliari è terminata con un rinvio fissato al 14 febbraio: nel mentre si cercherà un accordo extragiudiziale.

Quest’oggi presso il tribunale di Cagliari è andato in scena il caso Nandez, con l’entourage della mezzala uruguaiana che ha citato la società di Giulini per il presunto mancato pagamento di alcuni bonus relativi ai diritti di immagine previsti dal contratto.

In sostanza la Goal Services Consulting, gruppo con sede a Lugano presieduto dall’agente di Nandez, Pablo Bentacur, pretenderebbe circa trecentomila euro.

Nella giornata odierna, però, non si è arrivati al dunque, anzi: la Goal Services Consulting ed i legali del Cagliari Calcio, davanti al giudice Stefano Greco, hanno deciso di fissare un nuovo appuntamento nella speranza di trovare un accordo extragiudiziale. La società di Giulini ha accettato di ritornare in Tribunale il prossimo 14 febbraio, ma entrambe le parti sono concordi a trovare un accordo economico.

Sulla questione è poi intervenuto Alberto Porzio, rappresentante del club: “Il contratto di Nandez è perfettamente in essere. Il giocatore non c’entra nulla: il contratto sportivo non è in discussione

Nel mentre ci sono diverse squadre che stanno guardando con interesse la vicenda: Roma ed Inter su tutte. Il presidente Giulini, però, ha detto più volte che l’uruguaiano non partirà da Cagliari a gennaio per non meno di 80 milioni di euro.