Ragusa: si è conclusa con buoni risultati la manifestazione “Irragionevoli soprusi”

Si è conclusa la manifestazione ”Irragionevoli Soprusi: contro ogni forma di violenza”, l’iniziativa sociale promossa dal Centro di Aggregazione Culturale di Ragusa, nata da un'idea di Amedeo Fusco e dell’avvocato Andreana Farris, che hanno voluto affrontare il tema della violenza; un fenomeno che pone le proprie radici all'interno del contesto socio-culturale e di cui non si parla abbastanza, un’occasione per fermarsi a riflettere su quanto ci sia ancora da fare per fermare questo tragico fenomeno.

La manifestazione ha avuto notevole successo, una grande partecipazione sia da parte degli artisti sia della comunità ragusana; iniziata il 16 novembre con l’inaugurazione dell’esposizione artistica di 50 artisti che – tramite opere di pittura, scultura, pirografia e fotografia – hanno voluto rappresentare a loro modo la violenza.

Il 22 novembre la conferenza introdotta da Amedeo Fusco e condotta dall’avvocato Andreana Farris, che ha spiegato come risponde oggi il diritto penale nei confronti dei reati di violenza sulle donne e l’evoluzione delle leggi negli ultimi 50 anni. Molti gli interventi durante il dibattito, alla ricerca di delucidazioni e dubbi, chiariti dall’avvocato.

Il 27 novembre Amedeo Fusco ha presentato il volume “Brutali voglie libidinose” di Carmen Romeo e Jessica Formica, due ragazze della provincia che presso l’archivio di stato hanno raccolto documenti e testimonianze di violenze avvenute realmente nel XIX secolo nella provincia di Ragusa.

Riteniamo che questa manifestazione non possa concludersi in un periodo definito, ma debba necessariamente proseguire, affinché il messaggio che stiamo veicolando possa essere una costante della nostra vita e non debba considerarsi necessariamente legato a dei momenti dedicati alla celebrazione di una giornata.