Politica regionale: arrivano i finanziamenti per i consorzi di bonifica sardi

Infatti, per far fronte ai maggiori oneri sostenuti nell’anno 2019 per le spese di manutenzione straordinaria delle opere di bonifica (canali di colo) incluse nei distretti irrigui, è autorizzata a favore dei Consorzi di bonifica della Sardegna la spesa di euro 1.557.883,54.

Risorse importanti che rappresentano una boccata d’ossigeno per i Consorzi e, in particolare, quello Oristanese che ogni anno deve far fronte alle spese di manutenzione straordinaria per delle opere.

La necessità di effettuare interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria, nei quasi 1.900 km di canali di colo presenti su tutti i 35 distretti irrigui dei 25 comuni ricadenti nel comprensorio del Consorzio di Bonifica dell’Oristanese – sottolinea il Consigliere Regionale Emanuele Cera -, rappresenta un intervento di fondamentale importanza per prevenire e scongiurare mediante la preventiva pulizia dei canali i potenziali danni causati dalle sempre più frequenti alluvioni, sia alle colture, sia alle aziende e ai centri abitati dei comuni dell’oristanese. Questo intervento viene promosso con oneri a carico della finanza pubblica e non degli associati al consorzio.

Questa metodologia di intervento necessariamente deve essere istituzionalizzata proprio per l’importante funzione “di prevenzione” che viene svolta a salvaguardia del territorio e delle aziende, alleggerendo in questo modo la contribuzione dei consorziati per lo svolgimento di interventi di pulizia dei canali.

Sono molto soddisfatto dell’approvazione dell’emendamento da me presentato e sostenuto dall’Assessore all’Agricoltura Gabriella Murgia e dalla maggioranza del consiglio regionale. Prevedere l’erogazione di contributi, per la gestione della rete di colo ai Consorzi, rappresenta un aiuto concreto visto che tali attività vengono eseguite utilizzando i contributi ordinari e pertanto con incremento dei ruoli per quei Consorzi. Grazie a queste risorse, invece, dichiara il Consigliere Cera, si potranno prevedere delle riduzioni.

L’incremento delle risorse vede l’estensione di questo importante beneficio a tutti i Consorzi di Bonifica della Sardegna.