Oristano. Tornio di via Figoli, fino al 24 dicembre nuovo appuntamento a Palazzo Arcais

La nuova edizione della manifestazione che tradizionalmente esalta l’antica arte ceramica oristanese è in programma fino al 24 dicembre a Palazzo Arcais, in corso Umberto, tutti i giorni dalle 10 alle 13 e dalle 16,30 alle 20,30, con seminari, concerti, laboratori, spettacoli, visite guidate e naturalmente con l’esposizione delle produzione ceramiche dei maestri artigiani oristanesi.

“Quest’anno arricchiamo l’esposizione ceramica con i preziosi prodotti dell’artigianato orafo e della bio-cosmesi naturale e delle argille – osserva l’Assessore alle Attività produttive Pupa Tarantini -. Oristano è Città della Ceramica, ma ha una produzione artigianale che spazia anche in altri settori che vogliamo promuovere. Da tempo la città cura con particolare sensibilità il legame con le proprie radici culturali e queste manifestazioni hanno proprio lo scopo di mantenere sempre solido il legame con le tradizioni. Nel periodo di Natale sarà anche possibile trovare qualche buona idea per un originale regalo da mettere sotto l’albero. Sfruttando il richiamo del Tornio di via Figoli vogliamo dedicare uno spazio anche alla LILT (Lega Italiana Lotta contro i Tumori) che proporrà una serie di incontri dedicati alla sana alimentazione come forma di prevenzione dalle malattie”.

[foto id=”291804″]

La manifestazione, organizzata dall’Assessorato dell’Artigianato del Comune di Oristano in collaborazione con l’Associazione italiana città della ceramica, l’Assessorato regionale al turismo e all’artigianato, la Provincia e la Pro Loco, vedrà la partecipazione di tanti artigiani locali del settore ceramico e ospiterà numerosi appuntamenti e attività di animazione impreziosendo il centro storico cittadino durante le festività natalizie.

Nei locali del palazzo Arcais si terrà l’esposizione delle ceramiche artistiche tradizionali locali con i preziosi manufatti realizzati da 6 ceramisti oristanesi: Ceramica Maestri d’Arte – CMA, Luce buio di Caterina Porcu, Ceramiche Manis, Ceramiche artistiche di Valentina Pisu, Ceramiche artistiche Margherita Pilloni. In esposizione anche i gioielli del Laboratorio Orafo Renolfi, di Adriano Firinu / Sardegna Brillante, del Laboratorio Orafo Peppino Mele e del Laboratorio Orafo Anna Paola Sanna oltre che i prodotti di bio-cosmesi naturale e delle argille di MelaVerdeBio con erbe di Janas.

L’esposizione sarà arricchita dall’installazione di ceramiche artistiche a cura di Luisella e Marinella Foddis “Quattordici passi sulle nuvole”, dalla proiezione del videodocumentario di Gianni Ledda “Dal cuore all’argilla. I 5 sensi della ceramica” e dal laboratorio artistico stilistico di Carlo Petromilli.

IL PROGRAMMA

  • Giovedì 12 dicembre alle 18 seminario “La ceramica come risorsa: Oristano e l’AICC”. A seguire concerto del Coro della Polizia Locale di Oristano «I Cantori di Eleonora»
  • Venerdì 13 e sabato 14 dicembre dalle 12 alle 18 “Maestri all’opera” laboratori d’arte a cura di Ermanno Scalas
  • Sabato 14 dicembre 17,30-19,30 – Spazio LILT “Cibi alleati della salute” con Stefania Corongiu
  • Domenica 15 dicembre – Esposizione artigianale a cura del Comune di Zeddiani – alle 17,30 spettacolo dei Tumbarinos di Gavoi
  • Lunedì 16 dicembre, ore 17,30 Concerto Coro Arcobaleno e Coro Bellini dell’Istituto Comprensivo n. 2 Via Bellini · Oristano (Direttore Marika Mereu, Pianoforte Patrizia Ibba)
  • Martedì 18 dicembre – Esposizione artigianale a cura del Comune di Tramatza e alle 17,30 concerto Quartetto Le Ancettiere della Scuola Secondaria di Primo grado Grazia Deledda di Oristano direttore da Sara Careddu
  • Venerdì 20 dicembre, 17,30/19,30 Spazio LILT “Cibi alleati della salute” interviene Stefania Corongiu
  • Venerdì 20 dicembre, ore 19 – Teatro San Martino (via Ciutadella de Menorca) Smalti & Suoni a cura della Banda Musicale Santa Cecilia
  • Domenica 22 dicembre 10,30/12,30 – Spazio LILT “Cibi alleati della salute” con Stefania Corongiu