Oristano: 19 dicembre, presentazione del progetto “SA.VO.I.R.S.”

Finanziato dal terzo avviso del programma di cooperazione transfrontaliera Italia-Francia Marittimo, SA.VO.I.R.S. è progetto che nasce per offrire agli studenti la chiave di volta per rilanciare i mestieri e i saperi tradizionali, inserendosi in un’azione di formazione congiunta e appunto transfrontaliera – nella filiera prioritaria del turismo innovativo e sostenibile – per la valorizzazione di beni culturali e ambientali, nonché di prodotti tipici locali frutto di antichi mestieri, ricorrendo agli strumenti dell’ICT e dell’innovazione tecnologica.

I territori coinvolti, oltre alla Sardegna rappresentata proprio dall’Istituto Tecnico “Lorenzo Mossa di Oristano” in qualità di soggetto capofila, saranno la Toscana, con la Fondazione Campus Studi del Mediterraneo, e la Francia con Lycée Privé Provence Verte di Saint Maximin.

Questi si impegneranno a creare un modello strategico di valorizzazione delle competenze, attitudini e abilità di 45 giovani, inserendoli in percorsi di stage transfrontalieri durante i quali conosceranno sistemi d’impresa diversi rispetto a quelli presenti nel loro territorio di provenienza, creando connessioni territoriali in chiave economica tra passato e presente e sperimentando in prima persona prospettive occupazionali in grado di favorire la loro futura integrazione nel mercato del lavoro transfrontaliero.

Introduzione affidata al dirigente scolastico Marillina Meloni con, a seguire, un intervento di approfondimento sull’iniziativa a cura del coordinatore progettuale, Alessandro Orgiana. In programma anche due interessanti testimonianze tematiche: quella di Simone Ciferni (Lollovers) sul tema “La tradizione come attrattore turistico” e quella di Paolo Costa (Eager Srl) su “Tecnologia e Turismo”.

Informazioni

[foto id=”292228″]