Medici all’ospedale di Ghilarza. Il presidente Gallus e l’assessore della Sanità Mario Nieddu: un segnale importante per il territorio

Più informazioni su

“La situazione dell’ospedale di Ghilarza, per quanto riguarda il reparto di Medicina, sta finalmente tornando alla normalità.  È un risultato importantissimo per il territorio e per tutti gli abitanti dell’Oristanese, frutto di un intenso lavoro portato avanti dalle istituzioni a tutti i livelli nell’interesse dei cittadini e per garantire loro il diritto alle cure”.

Lo ha affermato Domenico Gallus (Udc Cambiamo!), presidente della commissione Sanità, esprimendo soddisfazione per l’assegnazione dei tre medici all’Unità operativa di Medicina Interna del presidio ospedaliero. “Il reparto, così, potrà portare i posti letto da 16 a 20, attivare i posti in day hospital e riaprire il Centro di rifermento Alzheimer”. Gallus ha, poi, auspicato che “quanto prima, la stessa situazione possa sbloccarsi per il punto di Primo intervento dell’ospedale Delogu, che in base alle notizie in mio possesso è vicino alla tanto agognata riapertura, questa volta, in forma definitiva”.

“Oggi diamo un segnale di vicinanza e di attenzione alle problematiche del territorio, tenendo fede agli impegni presi. È una prima importante risposta per tamponare l’emergenza – ha precisato l’assessore della Sanità, Mario Nieddu – non intendiamo abbassare la guardia e stiamo lavorando a soluzioni strutturali, con l’obiettivo di superare le carenze di personale che da tempo affliggono l’ospedale di Ghilarza e che sono oggi la principale causa di sofferenza dei servizi erogati. Da parte della Regione non c’è alcuna intenzione di abbandonare i presidi periferici e resta ferma la volontà di mantenere i servizi sui territori, per garantire a tutti i sardi la stessa possibilità di accesso alle cure”.

Più informazioni su