I tre oggetti misteriosi del Cagliari: Mattiello, Pinna e Walukiewicz

Più informazioni su

La serie A è ferma per la pausa natalizia, ma le squadre sono sempre al lavoro per migliorare la rosa e definire quali saranno gli acquisti e le cessioni nel corso del mercato di “riparazione” di gennaio. 

Maran e tutto il suo staff in queste prime 17 giornate di campionato hanno utilizzato quasi tutti i giocatori, ma ci sono tre elementi che non si sono visti in campo: stiamo parlando di Mattiello, Pinna e Walukiewicz.

Tre oggetti misteriosi il cui futuro a Cagliari è incerto.

Partiamo da Mattiello. Il laterale difensivo, preso in prestito con diritto di riscatto dall’Atalanta, è arrivato ad Aritzo all’inizio dell’estate, non ha mai trovato spazio. Complici gli acciacchi avuti nelle prime gare della stagione, Maran non l’ha mai considerato  un potenziale candidato per un posto tra i titolari, ed i risultati sono la dimostrazione: 13 minuti in 17 gare in campionato. Sembra certa la sua cessione a gennaio.

Passiamo poi a Pinna. La stagione del terzino sardo era iniziata nel migliore dei modi con l’esordio da titolare in Coppa Italia contro il Chievo Verona e la buona prestazione alla prima di campionato contro il Brescia. Tutto faceva presagire ad un finale del 2019 veramente positivo per lui, suggellato anche dal rinnovo del contratto. Invece è scomparso dai radar.

Il tecnico Maran, infatti, ha sempre preferito al suo posto Cacciatore e Faragò, anche quando questi non erano al meglio. Una scelta che brucia al giocatore sardo, che vuole dimostrare il suo valore dopo l’esperienza all’Olbia.

A differenza del difensore di Barga, Pinna però sembra destinato a restare, anche se non si esclude un prestito ad una squadra di Serie B per fargli fare esperienza.

Concludiamo poi con il polacco.

Il difensore diciannovenne non ha ancora fatto il suo esordio in Serie A, complici i risultati positivi della coppia difensiva titolare (23 gol subiti in 17 gare). Walukiewicz ha mostrato le sue qualità soltanto nel match di Coppa Italia contro la Sampdoria.

“Ho provato buone sensazioni, sono felice per la vittoria. Penso di aver giocato bene, ma ho sbagliato nel gol di Gabbiadini, è stata colpa mia. Tutti qui mi stanno aiutando, in maniera particolare Klavan”, le sue parole dopo il match alla Sardegna Arena

Alla ripresa del campionato, però, il giocatore potrebbe trovare un posto tra i totali nel match contro la Juventus, visto che Maran ha tra le mani una vera e propria emergenza in difesa. Vedremo se nella seconda metà di stagione dimostrerà il suo valore in campo.

Più informazioni su