Festival Éntula: il 4 dicembre a Sassari Daniel Tarozzi racconta Sardex

L’incredibile avventura di cinque giovani imprenditori sardi che nel 2009 s’inventano Sardex, una nuova moneta complementare, per aiutare piccole e grandi aziende in difficoltà.

Per il Festival Éntula Daniel Tarozzi presenta “Una moneta chiamata fiducia. Oltre il denaro. L’esperienza vincente di Sardex” (Chiarelettere, 2019). L’appuntamento è per mercoledì 4 dicembre alla Camera di Commercio di Sassari (inizio alle 18). L’autore dialogherà con Gabriele Littera. La serata è organizzata in collaborazione con Festival LEI.

Il libro – Un’altra economia è possibile, anzi, esiste già. Si chiama “economia della fiducia”: una rete di cittadini, imprese, associazioni, messe in relazione tra loro attraverso uno strumento innovativo, che si basa su reciprocità, mutuo credito, innovazione. Ecco qui ricostruita Ed è un successo strabiliante. La ricostruzione di Tarozzi fa capire come la moneta abbia il potere di ridisegnare l’economia in quanto metro di scambio universale, per riannodare il tessuto sociale di comunità schiacciate sotto il peso della crisi economica, e mettendo al centro la sostenibilità sociale e ambientale. Le persone sono il più grande capitale che abbiamo. E la moneta è il modo per tenerle unite e aiutarle.

L’autore – Daniel Tarozzi è giornalista, scrittore e videomaker. Ha lavorato in televisione e ha progettato e diretto diversi giornali web sin dal 2003. Tra questi “Terranauta” e “Il Cambiamento”. Dal 2012 gira l’Italia in camper, treno e a piedi alla ricerca di persone che stanno concretamente cambiando in meglio il paese. Da questo lavoro sono nati libri, documentari, spettacoli teatrali e un giornale web, “Italia che cambia”, di cui oggi è direttore editoriale. Dal 2017 è anche direttore responsabile del “Journal” di Cittadellarte. Nel 2018 è stato nominato “Ashoka Fellow”. Come autore ha pubblicato, tra le altre cose Io faccio così per Chiarelettere e E ora si cambia (con Andrea Degl’Innocenti) per Terra Nuova e Arianna Editrice.