Fertilia, Alghero. Programmata l’animazione per il Centro Residenziale Anziani: si aspetta il Comune

Anche quest’anno, prima e dopo le festività di fine anno, le giornate degli ospiti del Centro Residenziale Anziani (CRA) potranno essere allietate da una serie di eventi su iniziativa e con la partecipazione di associazioni e gruppi di volontariato.

Una proposta all’amministrazione comunale. Anche quest’anno, prima e dopo le festività di fine anno, le giornate degli ospiti del Centro Residenziale Anziani (CRA) potranno essere allietate da una serie di eventi su iniziativa e con la partecipazione di associazioni e gruppi di volontariato.

Gli eventi sono stati proposti nell’ex Ostello di Fertilia, dove gli anziani sono ospitati in seguito all’inagibilità del Centro di viale della Resistenza. Il programma, promosso dall’Associazione Maestrale e realizzato grazie alla collaborazione della cooperativa Seriana (che gestisce il Centro), avrebbe inizio il 12 dicembre, si concluderebbe il 25 gennaio e si articola in attività ricreative che hanno per protagonisti associazioni, cori, gruppi e singoli artisti ma anche semplici cittadini e gli stessi ospiti del CRA. Nel calendario inviato agli uffici comunali per l’autorizzazione, sono previsti concerti, narrazioni, canti, esposizioni d’arte, fotografie, regali, giochi, balli, tombole, gastronomia sarda.

Lo scorso anno il Comune si era fatto promotore delle giornate sotto il nome «Un Ostello per tutti». In considerazione del successo e delle numerose richieste, l’associazione Maestrale ha voluto replicare l’iniziativa e ha chiamato a raccolta associazionismo volontario e gruppi artistici, che hanno aderito con entusiasmo.

Agli eventi parteciperebbero gruppi e persone su base volontaria e a titolo gratuito, a completamento di quanto già programmato a ridosso del Natale da Seriana 2000, cooperativa che gestisce il Centro per conto del Comune. Si comincerebbe il 12 dicembre con l’esposizione di opere di Antonello Alloro. Di seguito, già programmate, l’associazione «Bimbi che passione”, il Coro Polifonico Algherese, e a seguire la Rete delle Donne, i Focolarini e la Fidapa, il fotografo Francesco Deriu, il Laboratorio Gruppo SARA, i Cori Maresca Nova Alguer, quelli di Olmedo e Villanova, Spazio Tango, la Scuola infanzia del Carmine-Comprensivo 2.

Si riprenderebbe il 3 gennaio con le attività ricreative degli Scout Alghero 2 e Alghero 4, seguite dal laboratorio di Koremama, quello del Comitato Sa Segada Tanca Farra’, i canti dei Cori di Villanova e di Baratz, il concerto dell’Associazione Bayou Club del 7 gennaio con Denise Gueye, le attività di Impegno Rurale, quelle del gruppo teatrale “Amics del teatre algueres”. Chiuderebbe il 25 gennaio l’esibizione del Coro Lo Frontuni. Si attende ok del Comune.