Le Rubriche di Sardegna Reporter - Associazioni-Sindacati

Ex Ilva, UILM: “Non ci fidiamo dell’azienda né del governo, vogliamo chiarezza”

"Non succedeva da anni una grande manifestazione come quella di oggi. Oltre mille lavoratori sono partiti questa notte e stanno raggiungendo Roma. È una situazione drammatica e complicata, resa ancora più esplosiva dai diversi scenari che ogni giorno vengono pubblicati sugli organi di stampa". Così Rocco Palombella, Segretario Generale Uilm, durante il suo intervento a Radio Anch'io.

Ci aspettiamo nelle prossime ore, dopo la nostra grande manifestazione – dichiara il leader UILM -, una decisione chiara e netta del Governo sul risanamento ambientale, sulla tutela e garanzia dei livelli occupazionali e la continuità produttiva. Con o senza ArcelorMittal. In questo momento non ci fidiamo né di ArcelorMittal, che è gravemente inadempiente rispetto all’accordo del 2018, né del Governo che non ha ancora una linea chiara. Non crediamo a un piano industriale che preveda due fasi, perché si deve garantire strutturalmente una continuità produttiva. Non permetteremo che ci siano migliaia di esuberi e la diminuzione dei salari dei lavoratori come prevede il piano presentato dall’azienda. Giovedì al MiSE – conclude – ascolteremo la proposta dei Commissari e del Governo, sperando si possa mettere una parola fine al tritacarne mediatico quotidiano che rischia di far esplodere una bomba sociale.