Cronache pongistiche del 28 dicembre 2019

Doppio stage giovanile a Muravera con psicologa

Doppio stage di fine anno da parte della Fitet Sardegna che, in sintonia con il tecnico regionale Francesca Saiu, ha deciso di introdurre la figura del mental coach, che si aggiunge a quella degli sparring e del preparatore atletico. La psicologa dello sport Micaela Cara sarà quindi in viale Rinascita a Muravera per prendere confidenza con i giovani pongisti sardi sia nello stage del 28 dicembre, sia in quello del giorno successivo aperto a tutti i vivai operanti in Sardegna.

Nel primo appuntamento sono stati convocati Alice Mattana, Francesca Seu, Michela Mura (Muravera TT), Eva Mattana (Muraverese), Federico Ibba (ASD L. O. Rosmarino), Elia Licciardi, Emanuele Cuboni (Sporting Lanusei), Luca Broccia, Manuel Broccia (TT Guspini), Rossana Ferciug (Quattro Mori), Zegmus Lai (Marcozzi), Laura Pinna (Tennistavolo Sassari). Si lavorerà dalle 10 e fino alle 18:30.

L’indomani stesso identico orario per lo stage giovanile Open. Gli sparring saranno Nicola Pisanu, Alberto Mattana, Michele Buccoli e il preparatore Marco Pintus.

Accoglienza sopra le righe a Lanusei per il Memorial Tonino Agus

Chi si è presentato al PalaLixius non è rimasto deluso. Lo Sporting Lanusei fa le cose per bene e con la insuperabile collaborazione dei familiari di Tonino Agus, il pongista paralimpico a cui è stato dedicato il memorial giunto alla sua seconda edizione, riesce ancora una volta a lasciare di stucco i partecipanti immersisi in un’atmosfera festosa e di amicizia, dove, oltre a giocare, hanno potuto allietare i palati con inesauribili prelibatezze dolci e salate che hanno tenuto compagnia fino a tarda notte i protagonisti del torneo giovanile e di quello veterani.

Quasi un centinaio gli atleti impegnati nell’impianto lanuseino, ben coordinati dalla terna arbitrale composta dall’effettivo Alessio Sarigu e dai suoi collaboratori Silvia Deligia e Enzo Sanna. C’è un aspetto che ha fatto indubbiamente piacere al presidente dello Sporting Maurizio Cuboni e ai suoi più stretti collaboratori: l’aumento degli spettatori assiepati sulle tribune. Facce nuove che hanno potuto verificare la bellezza della disciplina, interpretata sia dalle giovani leve, sia dagli attempati veterani che hanno alle spalle tante belle storie pongistiche da raccontare.

E su questo fronte si è registrata la prima volta di Maurizio Muzzu (Il Cancello Alghero) che ha ingaggiato una bellissima battaglia con il suo compagno di scuderia Carlo Fois.

Sul fronte “verde” si segnalano tre successi targati Muravera TT con Michela Mura (Juniores), Francesca Seu (Ragazzi) e Alessandra Stori (Allievi). Il TT Guspini incalza con il duo Manuel Broccia (Ragazzi) e Francesco Broccia (Juniores). Successi anche per il padrone di casa Elia Licciardi (Sporting Lanusei), Zemgus Lai (Marcozzi), Eva Mattana (Muraverese).

Giovanissimi femminile

Tra le dodici partecipanti è assente la sassarese Laura Alba Pinna. Ha quindi vita facile la sua amica ma agguerrita avversaria Eva Mattana (Muraverese) che in semifinale supera Sara Floris (Torrellas Capoterra) e nello scontro che vale l’oro non ha problemi nel prevalere sulla sua compagna di team Letizia Porcu a cui concede nove punti in tre set.

Sul podio sale anche Maria Laura Mura (Tennistavolo Sassari), seguita da Floris, Letizia Pusceddu e Silvia Settembrini (Torrellas).

[foto id=”292652″]

Giovanissimi maschile

La Marcozzi può sorridere grazie ai fratelli Lai, che mettono una firma pesante su questa competizione condivisa in tutto da tredici giocatori. A prevalere è Zemgus che in semifinale suda nel derby familiare con Varis, di dieci mesi più piccolo e che sorpassa di misura al quinto set. In finale detta legge sulla testa di serie n. 1 Luca Broccia (TT Guspini), battuto in tre parziali. Nella classifica finale terzo posto per Samuele Camboni (Muraverese), che nella finalina si impone su Varis. A seguire Leonardo Dessì e Simone Cocco (Muraverese).

[foto id=”292653″]

Ragazzi femminile

Fortunatamente la solare Francesca Seu (Muravera TT) stavolta non si gira i pollici perché Chiara Fa, sua neocompagna di squadra, le permette di giocarsi almeno una partita. Risultato scontato a favore della più esperta, in attesa che si palesino nuove giocatrici.

[foto id=”292655″]

Ragazzi maschile

Qui si registra il numero più alto di iscritti (14), suddivisi in 4 gironi. Anche in questo caso i pronostici vengono sovvertiti da un redivivo Manuel Broccia (TT Guspini) bravo nel superare il favorito Emanuele Cuboni (Sporting Lanusei), che non ha saputo sfruttare il fattore ambientale decisamente a suo favore. In precedenza il pongista del Linas aveva avuto vita facile su He Lin Xuan, ma non con Federico Ibba (San Orione Rosmarino), che per essere estromesso ha dovuto attendere il quinto set. Cuboni si era fatto largo eliminando Alberto Piras (Muraverese) e Jacopo Pusceddu (Torrellas). Tra i primi otto Christian Liscia (Guspini) e Riccardo Rao (TT La Saetta).

[foto id=”292656″]

Allievi femminile

Due iscritte appena anche in tal categoria. Alessandra Stori (Muravera TT) non ha problemi nell’aggiudicarsi la contesa contro la sua pari quota Giorgia Sanna (La Saetta Quartu).

[foto id=”292650″]

Allievi maschile

Nove iscritti distribuiti in tre gironi. A farla da padrone il favorito Elia Licciardi (Sporting Lanusei) che non cede neppure un set ai suoi avversari. Giunto nel tabellone ad eliminazione diretta, l’atleta ogliastrino affronta in semifinale il guspinese Nicolò Carta e poi il saettino Mattia Pala, reduce da una semifinale ad alta intensità emotiva con Dzintars Lai (Marcozzi) dove ha prevalso al quinto parziale. Nella parte alta del tabellone c’erano anche Alexander Evans (Tennistavolo Sassari) e Samuele Raggiu (Santa Tecla Nulvi).

[foto id=”292651″]

Juniores femminile

Nel girone unico a sei partecipanti si prospetta da subito una vittoria in casa Muravera TT, ma l’incertezza sta a quale tesserata delle quattro presenti verrà assegnata la medaglia d’oro. Mette subito tutto in chiaro Michela Mura che, dopo tre set, si impone sulla testa di serie n. 1 Sara Congiu. L’ex saettina vincerà tutte e cinque le sfide, concedendo un solo set a Serena Anedda (Muravera TT), che giungerà terza. Alle spalle del meraviglioso trio, un’altra del clan sarrabese, Rita Franzò, e a seguire le sorelle Chiara e Marta Cottiglia (La Saetta).

[foto id=”292658″]

Juniores maschile

Tra gli otto partecipanti è Francesco Broccia il super favorito. Ma il pongista guspinese forse non si aspetta la concorrenza agguerrita da parte di Marco Cocco (Muraverese) che, per poco, non riesce a fare il colpaccio. Quando i due sono chiamati a disputare il quart’ultimo match dei ventotto previsti, è il sarrabese che recupera due set di ritardo e poi si arrende definitivamente ai vantaggi del quinto parziale. Per lui secondo posto più che meritato. Più indietro Nicola Macis (Muravera TT) e Leonardo Saba (Marcozzi).

[foto id=”292654″]

Maurizio Muzzu da Macomer primeggia tra i veterani

Il tocco dei veterani è utile per rendere ancor più avvolgente il clima prenatalizio che si insinua tra tutti i frequentatori del PalaLixius.

Ventotto sono le presenze che vengono suddivise in otto gironi. I più quotati sono due giocatori de Il Cancello Alghero, squadra che milita nel campionato nazionale di serie C1: Carlo Fois e Maurizio Muzzu. Ma pronti a combattere ci sono anche Massimiliano Broccia e Fabiano Peddis (TT Guspini) e poi il presidente del Tennistavolo Sassari Marcello Cilloco, il suo compagno di scuderia Pierpaolo Mura e il plurimedagliato internazionale Efisio Pisano (GSTT Alghero). Per non parlare della folta schiera di lanuseini capeggiata dal presidente Maurizio Cuboni, tra cui Fabrizio Licciardi, Ubaldo Franceschi, il paralimpico Giammarco Mereu e il neoarrivato Roberto Urpis.

Dopo il primo round i favoriti non falliscono l’obiettivo tabellone: tra loro compaiono pure Francesco Fara, Luciano Macrì, Pietro Pili (San Orione Rosmarino) e Costantino Luca Pilo (Santa Tecla Nulvi).

Si riprende dagli ottavi di finale e dopo la prima scrematura il bacino degli eletti si riduce a Fois, Macrì, Cuboni, Fara, Pili, Mura, Urpis e Muzzu. Seguiamo proprio l’andamento di quest’ultimo che, dopo aver estromesso Cilloco, avanza verso il podio sgominando prima Urpis, poi Mura e infine in finale il suo compagno di squadra Carlo Fois che, proprio un anno prima, nello stesso torneo al Lixius venne battuto dal forte Maxim Kuznetsov.

Il pongista catalano aveva eliminato nell’ordine Franceschi, Macrì e Fara senza mai concedere un set, a differenza del suo sodale marghinese che ne ha perduto uno in semifinale.

Devo dire che anche un torneo veterani può dare delle belle soddisfazioni – ammette il vincitore Maurizio Muzzu -, infatti, oltre a essermi divertito, ho avuto modo di confrontarmi con dei giocatori che reputo ancora molto competitivi. Considerato che a nessuna età piace perdere, mi sono dovuto concentrare già nel girone dove ho incontrato il presidente Maurizio Cuboni e Antonio Cingolani, una vecchia piacevole conoscenza. Nell’eliminazione diretta subito impegnativa la partita con Marcello Cilloco e a seguire l’incontro con Roberto Urpis, un veterano con grande mano che ho sempre considerato fortissimo. In semifinale batto l’irriducibile Pierpaolo Mura e arrivo in finale con Carlo Fois, mio compagno di squadra nell’Alghero. Sembra scontata la sua vittoria, ma prevalgo per 3-1. Riflessione soprattutto per i giovani pongisti: anche nel tennistavolo non sempre prevale il più forte, quindi bisogna sempre dare il massimo per cercare di vincere!

[foto id=”292657″]