Cagliari. Un nuovo attacco della Consigliera M5S Carla Cuccu all’Assessore Nieddu

"Non è più tempo di promesse: l'Azienda ospedaliera Brotzu deve diventare moderna ed efficiente".

Un nuovo attacco della Consigliera M5S Carla Cuccu, segretaria della Commissione sanità, all’Assessore Nieddu per non aver ancora razionalizzato le risorse umane del Brotzu e garantito un’assistenza sanitaria di alto livello, come previsto dalla riforma sanitaria regionale. Ancora una volta Carla Cuccu denuncia “la carenza di personale medico e paramedico e le esigue risorse finanziarie necessarie per far funzionare tutte le unità operative di diagnosi e cura e i servizi tecnici e amministrativi”.

Il grido è unanime con le organizzazioni sindacali sulla “necessità di sale operatorie h24, per dare risposte immediate anche ai pazienti oncologici in attesa di essere operati. E’ urgente garantire condizioni ottimali di lavoro agli operatori del Pronto Soccorso, compreso quello pediatrico, della Medicina generale e d’urgenza”.

A sette mesi dall’insediamento della Giunta Regionale, continua la Cuccu, non è dato capire se la volontà politica è di proseguire sugli scempi della precedente o intenda realizzare una seria programmazione pluriennale che scongiuri il dover costantemente tamponare le emergenze.

Questi, i motivi che hanno sollecitato la Cuccu a presentare una nuova interrogazione al Presidente Solinas e all’Assessore Nieddu per sapere se, finalmente, intendano dare risposte concrete ai bisogni e alle aspettative dei sardi e cosa intendano realizzare per superare i disastri ereditati in campo ospedaliero sanitario. Quindi, conclude la segretaria pentastellata, non resta altro che aspettare di conoscere le intenzioni della Giunta in tempi brevi.